10 cose sul primo anno di dolore

Il primo anno segna la prima volta che sperimenti e fai tutto senza la persona che hai perso. Tradizionalmente, la società credeva che diventasse più facile dopo il primo anno. Alcuni ci credono ancora oggi. La verità è che il tempo difficile dopo la perdita è individuale quanto gli stessi lutti. Fidati della tua linea temporale di elaborazione del dolore.

1. Shock e intorpidimento

Molto probabilmente la prima fase del dolore sarà trascorsa nell’intorpidimento per lo shock. Questo è un modo protettivo per il corpo per aiutarti a far fronte all’intensità.

2. Sopravvivere

Vivere la prima fase del dolore potrebbe non sembrare sopravvissuto. Può anche sembrare un sollievo sapere che altre persone in lutto hanno già percorso questa strada prima. È sopravvissuto e richiede tempo ed energia.

3. È così doloroso

Proprio oggi mi è stato ricordato come affrontare il dolore. Provando dolore fisico oggi, sono rimasta a letto tutto il giorno. Tre diversi tipi di antidolorifici non hanno cambiato il dolore fisico che provavo. Tutto ciò che era possibile era sdraiarsi a letto, stringere una borsa dell’acqua calda e respirare, scivolando tra il rimanere svegli e il sonno assonnato. Simile a questo ricordo l’esperienza fisica del dolore.

4. Risparmiare energia

Tre anni dopo la mia perdita; Noto ancora la necessità di conservare la mia energia. Nel primo anno, ricordo di non poter uscire per nient’altro che l’assoluto necessario. Mi ci è voluto un po’ di tempo per impegnarmi di nuovo in attività sociali, per non parlare di godermele. Prenditi il ​​​​tuo tempo.

5. Accetta aiuto e trova supporto

Nel mio caso non c’era altra scelta che accettare l’aiuto generosamente offerto. Gli amici portavano i pasti, organizzavano il lavoro di ufficio, aiutavano con le commissioni. Lascia che ti aiutino, gli fa anche sentire che almeno possono fare qualcosa per te.

Inoltre, trova il supporto più adatto a te, sia che si tratti di consulenza di gruppo, terapia individuale, parlare con altri genitori in lutto nella comunità o parlare con un amico. Soprattutto, secondo i suggerimenti dei genitori in lutto in un sondaggio, fallo prima o poi.

6. Il primo anno è il più difficile

Nel mio caso, i primi 18-24 mesi sono stati difficili. Il periodo di tempo in cui il dolore è intenso varia da persona a persona. Il tuo tempo potrebbe essere più breve o più lungo. Non importa, non è un concorso.

7. È passato un anno

È un mito che alcune persone credano ancora che dopo un anno il lutto dovrebbe essere sopra il peggio. Ogni persona in lutto soffre in modo diverso, ogni persona persa occupa un posto diverso nel cuore delle persone. Concediti il ​​tuo tempo.

8. Le amicizie cambieranno

Gli amici diventano estranei e gli estranei diventano amici. Affrontare la perdita fa emergere la mortalità e le domande esistenziali di ognuno. Questo può essere profondamente snervante. Alcune persone non saranno in grado di farcela o crederanno che “hai bisogno di tempo”. Ricorda che la loro intenzione è per lo più ben intenzionata.

9. Sii fedele a te stesso

… anche se questo significa deludere un altro. Il primo anno di lutto consuma molta energia vitale. Mi ha richiesto di concentrarmi sull’essenziale e di essere fedele ai miei bisogni, più di quanto non lo fossi mai stato prima.

10. Piangere è salutare

Piangere è un modo per rilasciare lo stress emotivo. Ecco perché neonati e bambini lo fanno molto. Da adulti abbiamo disimparato il vantaggio di prendersi del tempo per se stessi e di rilasciare lo stress emotivo represso. La ricerca ha dimostrato che le lacrime variano nella loro composizione. Le lacrime per il dolore stanno guarendo.

C’è qualcos’altro che ritieni importante menzionare sul primo anno di lutto? Lascia un commento qui sotto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *