Che cos’è la felicità e come funziona nella vita piena di sentimento?

La felicità è nel vero sé, ma spesso la fraintendiamo poiché è accettata dalla maggior parte delle persone in tutto il mondo, inclusi molti scienziati, che abbiamo quattro livelli di dolore o angoscia. Sono i seguenti:

#1 Percepisci angoscia da carenza di oggetti,

#2 disturbo nei sensi angoscia,

#3 disturbo nell’angoscia mentale

# 4 disturbo nell’intelligenza

angoscia

Si vede inoltre che l’intensità del disagio in ogni strato successivo è maggiore del precedente.

Significa ad esempio l’intensità dell’angoscia nel disturbo dei sensi è maggiore del disturbo da carenza di oggetti sensoriali, inoltre l’intensità dell’angoscia nel disturbo della mente è maggiore dell’angoscia nel disturbo dei sensi e infine l’intensità dell’angoscia nel disturbo dell’intelligenza è più dell’angoscia nel turbamento della mente.

Questo articolo rivelerà l’angoscia da carenza dell’oggetto sensoriale e metterà in luce l’anima, come ti aiuterà a fornire una soluzione di felicità eterna.

deficienza dell’oggetto sensoriale angoscia

Questo è un tipo di angoscia che si verifica per non ottenere i nostri bisogni, desideri e richieste quotidiane Ad esempio cibo, vestiti, acqua, gadget elettronici, articoli di lusso ecc. Oggigiorno la tendenza della mentalità umana è che bramano oggetti dei sensi come cibi ricchi, costosi vestiti, gadget più recenti, ecc. In altre parole, cioè ogni volta che la maggior parte delle persone materialiste trova questi ultimi gadget elettronici come smartphone; ristoranti ricchi di cibo delizioso; spettacolari centri commerciali, diventano affamati di accaparrarsi queste cose.

Vediamo un esempio dell’argomento di cui sopra, immagina se qualcuno acquista uno smartphone più recente in US $ 200, sicuramente la persona diventerà felice ma quella felicità non durerà a lungo. Al momento quella persona trova un nuovo smartphone più recente con caratteristiche più speciali e aspetto attraente, è del tutto impossibile per chiunque resistere alla persona per acquistare quello smartphone. Poi a distanza di qualche mese un altro nuovo smartphone salirà fino a prendere la posizione del precedente, ancora una volta questo continuerà. Ciò non significa che lo smartphone non sia necessario, lo smartphone è un must in questi tempi moderni. Ma il suo attaccamento, così come la sua concupiscenza, è la causa principale della propria angoscia.

Qualcuno avrebbe mai pensato a questo argomento sopra prima?

Siamo esseri umani sulla terra. Per gestire la nostra vita senza intoppi, dobbiamo soddisfare i nostri bisogni primari come cibo, vestiti, acqua, residenza, istruzione ecc. Ora, per soddisfare i nostri bisogni primari, la maggior parte delle volte ci si sforza con passione. La passione per qualcosa non è una cosa negativa ma l’attaccamento di quella cosa ad averla ad ogni costo è una cosa negativa. Sai, perché?

Per esempio noi non siamo agenti, siamo gli strumenti della natura, controllati dal dio supremo, che vuole che portiamo i nostri combattuti secondo il suo pensiero.

Inoltre ciò significa che qualunque cosa qualcuno desideri, l’adempimento di quei desideri dipende completamente dal permesso della natura dalla sanzione del dio. È bello provare per qualsiasi cosa si desideri, ma non è bene allegare ai risultati. Qualunque cosa si ottenga con i propri sforzi, bisogna accettarla con soddisfazione di sé.

Autosoddisfazione significa qualunque cosa si ottenga, bisogna soddisfarla poiché siamo controllati dalla natura. Significa anche non cercare sempre la felicità all’esterno poiché qualcuno può condurre una vita peggiore della nostra, per essere francamente la vera felicità è dentro, cioè nell’anima più profonda.

A dire il vero, ognuno di noi è anima, parte integrante della superanima. Le caratteristiche di quest’anima sono eterne, ben informate e piacevoli. Anche il servizio principale di quest’anima è servire la superanima attraverso il proprio lavoro, attraverso le proprie pie azioni perché il supremo è in ogni dove. Inoltre porta meno depressione se si pensa che gli alti e bassi della vita siano la misericordia di Dio. Inoltre sta il segreto della vera felicità eterna.

In conclusione la felicità è allo stato presente, non abbiamo bisogno di molte cose gratificanti per renderci felici, è la nostra coscienza che ci rende felici.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *