Citizen Patrols – Una nicchia nel modo in cui le comunità combattono la criminalità

La recessione e lo stato dell’economia negli ultimi anni ha influenzato tutto, dal modo in cui le persone spendono fino alla sicurezza delle strade di notte. Molti dipartimenti di polizia hanno dovuto ridurre il numero di agenti che impiegano o il numero di ore di lavoro degli agenti a causa dei tagli al budget. Essendo consapevoli di ciò, i quartieri e i cittadini di tutto il paese stanno iniziando a prendere in mano la situazione e formare pattuglie di cittadini.

La pattuglia di un cittadino è quando un membro della comunità che non è un membro delle forze dell’ordine decide di cercare e denunciare il crimine che sta vedendo. L’arresto di un cittadino avviene quando quella persona prende effettivamente in custodia l’imputato e poi lo trasforma nelle forze dell’ordine locali. Negli ultimi anni, le persone hanno formato gruppi di sorveglianza di quartiere per segnalare crimini ed eventi sospetti, ma ora alcune persone stanno facendo un ulteriore passo avanti e sta causando ogni tipo di problema.

La teoria alla base della pattuglia cittadina è basata sulle buone intenzioni, ma quelle buone intenzioni possono causare diversi problemi. Ad esempio, alcuni cittadini hanno fatto di tutto, dalla scrittura di multe per il parcheggio al tentativo di arrestare le persone che stanno commettendo un crimine. Ciò può causare l’inasprimento della tensione e, nel caso dei biglietti per il parcheggio, coloro che sono accusati di parcheggio illegale potrebbero non prendere sul serio il biglietto. Le discussioni sul fatto che la persona di pattuglia cittadina possa scoppiare o meno e questo può portare a tutta un’altra situazione.

Le forze dell’ordine in tutto il paese sono preoccupate che le persone inizino a farsi male se le persone non smettono di prendere in mano la situazione. Sebbene le agenzie possano capire le frustrazioni del pubblico, non vogliono nemmeno che il pubblico si metta in pericolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *