Come si costruisce o si distrugge l’autostima?

Il livello della nostra autostima è determinato dal grado che ci piace e ci accettiamo. Una persona con alta autostima è contenta e in pace con chi è come persona. La loro autostima non è correlata a quanto le altre persone li apprezzano o li approvano, poiché la loro autostima viene dall’interno. È una conoscenza interiore.

Se ti dicessi che pensavo avessi i capelli verdi perderesti un po’ di autostima? No, perché sai di non avere i capelli verdi. Pertanto il mio commento o opinione non ha per te peso o validità. Riaffermeresti solo con te stesso che non hai i capelli verdi e la tua autostima rimarrebbe intatta.

Tuttavia, se ti facessi un commento in un’area in cui avevi già qualche dubbio su te stesso, forse avresti una risposta diversa.

E se dicessi che pensavo che non fossi un buon genitore o un buon amico? Questo ti farebbe perdere l’autostima? Potrebbe, se hai già un dubbio interiore sul fatto che tu sia un buon genitore o un buon amico. Se il mio commento toccasse un’area in cui eri incerto riguardo al tuo valore o alla tua competenza nell’essere un genitore o un amico, non lascerebbe necessariamente intatta la tua autostima.

L’autostima non è influenzata dagli eventi o da ciò che le persone dicono o fanno, ma piuttosto da ciò che dici a te stesso in seguito. Pensiamo una media di 5000 pensieri all’ora. Brian Tracy in Psychology of Achievement cita una statistica sorprendente: il 77% dei nostri discorsi personali è negativo. Se pensi negativamente a te stesso il 77% delle volte, quanto sarà sana la tua autostima?

Poiché la tua autostima si basa sulla tua consapevolezza interiore di apprezzare e accettare te stesso per quello che sei, ne consegue logicamente, quindi, che sei l’unico che ha il potere di costruire o distruggere la tua autostima. Lo fai in base alle cose positive o negative che pensi o dici a te stesso.

Molte persone credono che le persone abbiano il potere di farli sentire male o tristi. Questo non è vero! Abbiamo la possibilità di rispondere e non accettare o permettere che ciò che le persone dicono tocchi il nostro sentimento di autoaccettazione e valore. Eleanor Roosevelt ha detto: “Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso”.

Abbiamo sempre una scelta nel modo in cui rispondiamo e cosa sentiamo. La nostra risposta sarà determinata da ciò che ci raccontiamo dopo ogni evento o interazione. È questa scelta che sarà il fattore che costruirà o distruggerà la nostra autostima.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *