Come utilizzare la legge di attrazione per l’abbondanza – 2 regole segrete che devi conoscere

Molte persone si chiedono come usare la legge di attrazione per l’abbondanza. L’idea alla base di questa regola è semplice: i tuoi pensieri modellano la realtà della tua vita. Ma come si “attira” l’abbondanza? La chiave dell’abbondanza è l’azione: devi agire e, cosa più importante, devi portare a termine le cose.

Molte persone hanno grandi idee e molte persone colgono l’occasione per creare la propria attività, sviluppare la propria idea in un piano concreto. Ma non portano mai a termine le cose – ed è per questo che non ci riescono. Quando si presentano ostacoli, iniziano a boicottare il proprio progetto e dicono cose come “Sapevo che non avrebbe funzionato!” – solo per tornare al loro vecchio lavoro.

Ciò di cui hai veramente bisogno per portare a termine le cose è un atteggiamento positivo. Non puoi fare le cose quando non credi che lo farai. Per creare un atteggiamento positivo devi preoccupare la tua mente che il tuo obiettivo sia raggiungibile. Certo, puoi fissare un obiettivo molto piccolo. Ma in questo modo perderai motivazione molto velocemente.

C’è un altro modo molto più efficace per portare a termine le cose, anche i grandi progetti. Date un’occhiata a queste 2 regole sviluppate dal grande filosofo René Descartes(1596-1650) nel suo trattato “Discorso sul metodo” (in realtà ci sono più di due regole, ma in questo caso queste due sono cruciali):

1) “Dividi ciascuna delle difficoltà in esame in quante più parti possibile e quanto potrebbe essere necessario per una sua adeguata soluzione”.

Questo significa semplicemente che devi scomporre il tuo grande obiettivo in pezzi più piccoli. In questo modo il grande obiettivo non sarà così scoraggiante. Vedrai un modo in cui devi prendere, che crea una sensazione positiva.

2) “Conduci i miei pensieri in modo tale che, cominciando con gli oggetti più semplici e facili da conoscere, possa ascendere a poco a poco, e, per così dire, passo dopo passo, alla conoscenza di quelli più complessi; assegnando nel pensiero un un certo ordine anche a quegli oggetti che per loro natura non stanno in una relazione di antecedenza e di sequenza”.

In altre parole: inizia con il più semplice e vai avanti passo dopo passo. Ogni volta che completi un passaggio, sperimenterai un senso di realizzazione che ti manterrà motivato a raggiungere il tuo obiettivo finale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *