Consigli segreti dello chef

Dopo anni passati a cucinare nelle cucine commerciali ea casa ho deciso di scrivere alcune piccole cose che rendono più facile cucinare. Ora ti presento alcuni consigli utili per cucinare.

Aglio – questo modo semplice per tagliare l’aglio è mettere gli spicchi allineati sul tagliere. Ora taglia l’estremità della radice. Quindi posizionare i chiodi di garofano distesi sulla tavola. Prendi un coltello grande e posiziona il lato sopra alcuni spicchi d’aglio e batti con la mano per schiacciare l’aglio. Ripeti con tutti i chiodi di garofano. Il guscio d’aglio cadrà ed è ora pronto per essere affettato con un coltello affilato. Questo è un modo molto semplice e veloce per preparare l’aglio e dopo alcune volte lo troverai una procedura semplice.

Pomodori – Usa sempre un coltello molto affilato e sarà molto più facile da affettare

Cipolle – Se le cipolle pungono gli occhi, metti l’aglio in acqua per contrastarlo. Inoltre, usa un coltello affilato durante il taglio per avere meno problemi.

Acqua bollente – usa un coperchio per far bollire l’acqua, è molto più veloce

Riso – Lavare 2-3 volte in acqua fredda. Mettere il coperchio e portare a bollore. Abbassate il fuoco per far sobbollire e lasciate cuocere lentamente.

Patate – Cuocete in acqua fredda e portate a bollore, poi abbassate e cuocete a fuoco medio-basso. Mantieni la pelle per patate più gustose e più sane.

La verdura – Mantieni la pelle su verdure come carote e patate per più fibre e consistenza più come sopra, anche più sane. Le carote impiegano un po’ a cuocere, quindi è meglio metterle prima o tagliarle piccole rispetto ad altre verdure. Non cuocere le verdure a foglia troppo a lungo, meno è, meglio è. Cuocere a vapore o sbollentare per verdure più sane. Utilizzare solo poca acqua quando si cuoce in acqua per verdure a foglia e verdi.

Pasta – Portare a bollore l’acqua in una pentola capiente con abbondante acqua. Aggiungere un pizzico di sale marino (non serve olio) quindi adagiare la pasta. Mettere il coperchio sulla pentola fino a quando non torna a bollore, quindi togliere immediatamente il coperchio e cuocere a fuoco aperto. Prendete una forchetta e mescolate un paio di volte e poi lasciate cuocere fino al dente. È meglio cuocere leggermente la pasta che non troppo. La pasta dovrebbe apparire visibilmente più grande quando è quasi pronta. Prendete la forchetta e selezionate un filo di pasta, tirate fuori dalla pentola e addentatela per vedere se è pronta. Quando è pronta scolare velocemente al setaccio ma lasciare ancora le ultime gocce d’acqua, ora riallacciare la pasta nella pentola vuota. Irrorate la pasta con un filo di olio extravergine di oliva, mantecate con la forchetta e servite. Servire la pasta nel piatto prima separatamente dal sugo, non condirla nel sugo a meno che il piatto non lo richieda o si voglia fare qualcosa di diverso. In generale la pasta va servita prima nel piatto e poi si versa il sugo sulla pasta seguito solitamente da parmigiano a scaglie.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *