Consulenti Gestionali, Creatività, Innovazione

La maggior parte delle aziende ha manager intelligenti, capaci e competenti che sono molto bravi a risolvere i problemi quotidiani. Allora perché hanno bisogno di consulenti di gestione? Ci sono occasioni in cui i consulenti apportano competenze specialistiche, ma se non è così, il loro valore sta davvero solo nella loro prospettiva esterna: la loro capacità di inquadrare una rottura dal “modo aziendale” e la loro capacità di elaborare e implementare buone idee che altrimenti non sarebbe stato pensato.

Da ciò ne consegue che i consulenti di gestione dovrebbero essere:

a) Bravo in creatività e innovazione in generale.

b) Meglio di altri.

Di seguito sono elencate alcune tecniche che possono essere utilizzate per migliorare la qualità e la quantità del pool di idee:

a) La creatività può essere definita come l’identificazione del problema e la generazione di idee mentre l’innovazione può essere definita come la selezione, lo sviluppo e la commercializzazione di idee. Concentrarsi sulla definizione del problema di solito si traduce in molteplici affermazioni del problema e porta naturalmente a più percorsi che si traducono in diversi insiemi di idee.

b) L’identificazione del problema è più produttiva quando beneficia delle esperienze di molti individui. Ad esempio, i clienti di solito vedono problemi che i venditori non vedono. I venditori vedono problemi che i designer non vedono. Le persone della finanza vedono problemi che i designer non vedono. E così via.

c) Che la generazione di idee faccia parte della creatività e che la selezione delle idee faccia parte dell’innovazione indica che il pensiero creativo e critico dovrebbe essere mantenuto separato e distinto. La scrittura e l’editing sono due abilità diverse. Per prima cosa usa il pensiero creativo, che è espansivo, fantasioso, illimitato, audace, disinibito e rivoluzionario. Quindi usa il pensiero critico, che è logico, focalizzato, conservativo, pratico e fattibile.

d) La prolifica generazione di idee produce più qualità di una produttività limitata. Le idee migliori si verificano molto dopo il punteggio di 20, 50 o 100, quando i blocchi sono stati rimossi, le competenze apprese e la curva dell’esperienza è salita. Il miglior prodotto creativo tende ad apparire quando il creatore è più prolifico.

Questi e altri argomenti sono trattati in modo approfondito nella dissertazione MBA sulla gestione della creatività e dell’innovazione, che può essere acquistata (insieme a un Audit Creatività e Innovazione fai-da-te, Good Idea Generator Software e Power Point Presentation) da http://www.managing-creativity.com

Kal Vescovo, MBA

***********************************

Sei libero di riprodurre questo articolo purché non vengano apportate modifiche e vengano mantenuti il ​​nome dell’autore e l’URL del sito.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *