Dovresti sovradimensionare i tuoi obiettivi?

È un cliché motivazionale: il segreto del successo in qualsiasi campo è osare sognare grandi sogni. I grandi sogni possono incendiare la tua anima e spingerti verso le stelle. E anche se non raggiungi le stelle, è probabile che mirare ad esse ti porti in cima alla montagna.

Ma quando si tratta di fissare i propri obiettivi, più grande è davvero meglio?

Anche se spesso usiamo le parole in modo intercambiabile, i sogni e gli obiettivi sono due cose diverse. E a volte ciò porta a un malinteso sui migliori obiettivi da fissare quando affrontiamo il processo di definizione degli obiettivi.

I sogni sono pensati per essere la tua stella polare, per fornirti una visione generale e per dirti in che direzione andare. Gli obiettivi hanno lo scopo di portarti al prossimo marcatore sulla strada per il tuo sogno.

E mentre i grandi sogni sono fonte di ispirazione, i grandi obiettivi possono essere così scoraggianti da impedirti di andare avanti. Se un obiettivo è così lontano dalla linea che credi di poter raggiungere nel lasso di tempo che ti sei prefissato per raggiungerlo, quanto ti sentirai motivato anche solo per iniziare?

Significa che dovresti solo fissare piccoli obiettivi? Forse. Se stai solo imparando a usare la definizione degli obiettivi come struttura per progettare la tua vita, i piccoli obiettivi ti insegneranno che il processo di definizione degli obiettivi funziona. Possono essere utili anche quando sei sotto stress insolito dovuto a fattori esterni, quando sei stanco o ti stai riprendendo da una malattia. Ti faranno andare avanti e concentrarti finché non sarai pronto per affrontare una sfida più grande. Raggiungere piccoli obiettivi alimenta la tua fiducia e costruisce la tua forza per raggiungere quelli più alti e più impegnativi.

La mia definizione preferita di “successo” viene da Paul J. Meyers, un fondatore dell’industria dell’auto-miglioramento, che lo descrive come “la progressiva realizzazione di utili obiettivi personali”. La parola chiave, a mio avviso, è “progressista”. Non solo significa movimento continuo da un obiettivo all’altro, ma suggerisce che la qualità degli obiettivi stessi aumenta man mano che procedi. Ed è proprio così. Ogni obiettivo raggiunto fornisce un’impalcatura per coloro che seguono.

L’impalcatura consiste nell’accrescere la fiducia nelle proprie capacità, nell’accrescere la fiducia nel processo e nello scoprire sempre più che l’universo ti sostiene misteriosamente quando sei chiaramente concentrato su un obiettivo. Lo costruisci raggiungendo obiettivi sempre più audaci, un passo alla volta. Quindi sì, inizia in piccolo. Fatti un’idea di ciò che è possibile e costruisci da lì.

E un giorno, dopo che il processo di definizione degli obiettivi è diventato per te una seconda natura, scoprirai che mentre i grandi sogni potrebbero non portare sempre al successo, la progressiva realizzazione dei tuoi obiettivi ti apre immancabilmente a grandi sogni.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *