La differenza tra consulenza e coaching

Al giorno d’oggi la maggior parte delle persone trae vantaggio dal sostenersi con l’aiuto di un consulente, allenatore o terapeuta attraverso le sfide che la vita pone loro ad un certo punto. Per le persone nuove nel campo dell’autosviluppo, la domanda “Qual è la differenza tra un consulente e un allenatore?” viene spesso. Cerchiamo di trovare alcune distinzioni che potrebbero esserti utili.

Consulenza

Il counseling è la modalità per guarire te stesso, per trovare una chiusura per le cose che sono successe nel tuo passato, per arrivare a vedere le cose da una prospettiva più sana, per imparare a lasciar andare i rancori e il risentimento e per costruire la forza dell’ego. La consulenza spesso funziona come una “terapia della parola”, poiché la ricerca ha scoperto che esprimere le emozioni aiuta a digerirle. Un consulente agisce come un amico professionale in cui puoi confidare i tuoi pensieri più intimi. Ascolteranno attentamente e non giudicheranno le tue opinioni o idee. La maggior parte dei consulenti si asterrà dal darti consigli, ma ti aiuterà a trovare la tua strada, a chiarire i problemi, a portare comprensione e una prospettiva più ampia e ti supporterà nel prendere le tue decisioni sagge. La consulenza si concentra principalmente sulla risoluzione di problemi passati.

Istruire

Il coaching è la modalità per andare avanti, per pianificare il futuro che si vuole creare, portare l’azione alla definizione degli obiettivi ed eliminare gli ostacoli che potrebbero ostacolare il raggiungimento degli obiettivi. Il coaching implica il pieno impegno di apportare i cambiamenti che ti porteranno più vicino al risultato desiderato. Un allenatore ascolterà anche attentamente e ti farà domande potenti. Il coaching è per le persone che hanno abbastanza forza dell’ego per agire. Il coaching si concentra principalmente sulla creazione di un risultato futuro desiderato e coinvolge questioni passate solo se sono importanti per il risultato futuro.

Di quale stile di sessioni ho bisogno?

Porsi le seguenti domande per scoprire se si desidera cercare un consulente o un coach:

Sei…

1…. affrontare i problemi sul lavoro, compresi i problemi di relazione con il tuo capo e collega?

2…. vuoi cambiare lavoro e non sai cosa fare dopo?

3…. alla ricerca di un nuovo partner?

4…. alla ricerca della tua passione nella vita e come incorporarla nella tua vita?

5…. non sai come essere un miglior comunicatore nel lavoro e nelle relazioni private?

6…. stai cercando il prossimo passo nella tua carriera e come arrivarci?

7…. hai intenzione di riprendere a lavorare dopo essere stata una mamma casalinga?

Se hai risposto sì a una o più delle domande da 1 a 7, molto probabilmente stai cercando un allenatore.

Sei…

8…. superare una separazione o un fallimento matrimoniale?

9…. sei ancora molto arrabbiato o frustrato con i tuoi genitori e vuoi superare quei sentimenti per creare relazioni migliori con loro?

10…. affrontare la paura e l’ansia che secondo te potrebbero derivare da traumi passati?

11…. affrontare il lutto dovuto alla perdita di una persona cara, come i tuoi genitori, partner o figli?

12…. affrontare difficoltà relazionali ricorrenti nella tua vita?

13…. stai passando un momento difficile con tua figlia o tuo figlio adolescente?

14…. non sei sicuro se vuoi rimanere in una relazione o andartene?

Se hai risposto sì a una o più delle domande 8 – 14, molto probabilmente stai cercando un consulente.

Ricorda che, sia che tu stia vedendo un consulente o un allenatore, hai bisogno di almeno 2-3 sessioni per avere un’idea di come stanno lavorando e per scoprire se ti senti a tuo agio con loro e il loro approccio.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *