La felicità deriva dalla comprensione dell’universo imparziale

Quando ti rendi conto che l’Universo è imparziale, allora puoi trovare la felicità. L’Universo è governato da leggi che si applicano a tutti ea tutto. Nessuno è immune perché quelle leggi operano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per tua consapevolezza. Non devi credere che esistano perché lavorino per te o apparentemente contro di te.

Queste leggi sono impersonali. Funzionano allo stesso modo per le cose e le persone buone come fanno per le cose e le persone cattive. Per questo motivo, le cose brutte accadono alle persone buone. All’Universo non importa se fai solo del bene e vivi una vita esemplare. L’Universo ti dà quello che chiedi. Se non sai come chiedere, o se lo chiedi quando ti comporti in un certo modo, finisci per vivere meno della vita dei tuoi sogni.

Niente ti arriva senza che tu faccia una richiesta. Se vivi senza sapere come chiedere ciò che vuoi, è probabile che tu richieda costantemente ciò che non vuoi nella tua vita. La cosa strana è che poi ti chiedi perché il tuo mondo sembra lo stesso ogni giorno.

Vedete, chiedere non è pregare, come insegna la maggior parte dei gruppi religiosi. Chiedere non è fare un patto con un Dio giudicante che premia e punisce. Non esiste una tale entità. C’è una forza vitale universale che soddisfa ogni richiesta.

Le richieste si presentano sotto forma di pensieri accompagnati da emozioni. Più emozione accompagna un pensiero, più velocemente quel pensiero diventa realtà per la persona che fa la richiesta. Hmm. La maggior parte delle persone non si rende conto che stanno facendo richieste pensando e sentendo fortemente i propri pensieri. E qui sta il problema.

Quando le persone si preoccupano di qualcosa, attribuiscono molte emozioni alla preoccupazione. L’Universo presta attenzione all’energia focalizzata e fornisce rendendo reale quella preoccupazione. Quindi la persona poi dice: “Vedi. Te l’avevo detto”. Quella persona non si assume alcuna responsabilità nel pensare i pensieri o nel potenziare quei pensieri. Si vedono come vittime in un universo ingiusto.

Vedi, non importa se sei una brava persona che fa cose buone o una persona cattiva che fa cose cattive. Qualunque cosa ti concentri, viene inviata all’Universo come una richiesta che viene soddisfatta, a patto che tu non invii anche richieste contraddittorie allo stesso tempo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *