La motivazione nel 21° secolo

Nel corso della storia, un aspetto importante di tutti gli aspetti dell’istruzione (compresa la musica) ruota attorno ai modi in cui un insegnante aiuta a motivare i propri studenti. Un insegnante può essere più efficace quando lo studente si fida dell’insegnante. Questa relazione tra insegnante e studente crea l’amore naturale per l’apprendimento che viene nutrito dall’insegnante e cresciuto dallo studente. Un modo importante in cui un buon insegnante aiuta a continuare a coltivare questo amore per l’apprendimento è accedere a vari tipi di motivazione per dare agli studenti gli obiettivi che possono raggiungere. Nel campo dell’educazione, ci sono due tipi importanti di motivazione: motivazione intrinseca e motivazione estrinseca.

Per definizione, la motivazione estrinseca è il tipo con cui l’insegnante include oggetti, ricompense e altri “premi” che vengono offerti allo studente per un “lavoro ben fatto”. L’effetto è questo: lo studente lavora per la ricompensa e riceve la ricompensa in un breve lasso di tempo. In quanto tali, le motivazioni estrinseche sono organizzate, lavorate e raggiunte in un breve periodo di tempo. Non appena una serie di trigger di motivazione estrinseca è completata, un altro set deve essere creato e distribuito dall’insegnante. Un esempio di tale motivazione estrinseca potrebbe essere l’uso di adesivi da offrire agli studenti come ricompensa per i loro progressi o comportamento in classe. La ricompensa viene assegnata al termine delle varie attività associate all’adesivo; l’attività successiva che richiede un adesivo aggiuntivo viene fornita per reimpostare l’attività precedente. In quanto tale, il circolo motivazionale continua.

D’altra parte, la motivazione intrinseca, per definizione, offre allo studente ricompense interne per un lavoro ben fatto attraverso le azioni che lo studente presenta all’insegnante. In sostanza, lavorando sodo o completando un compito e ricevendo così un forte senso di realizzazione per aver completato tale compito con successo, lo studente non solo riceve riconoscimenti dall’insegnante, ma si sente anche bene per aver completato i compiti. Non ci sono ricompense esteriori, come nel caso della motivazione estrinseca. Invece, la motivazione arriva allo studente attraverso la sensazione di realizzazione che deriva dal completamento di ogni compito che si prefiggono di completare. Questo senso di realizzazione è la ricompensa interiore che alimenta il naturale desiderio interiore di apprendere che è dentro ogni studente.

Un buon insegnante è in grado di destreggiarsi tra entrambi questi tipi di motivazione. Nell’ambito della lezione di musica privata, l’insegnante ha l’opportunità di conoscere abbastanza bene lo studente per decidere quali tattiche utilizzare per favorire una motivazione continua. Con l’avvento di vari strumenti tecnologici, il compito di aiutare a motivare gli studenti è diventato sempre più facile.

In una serie di sondaggi pubblicati nel 2013 e nel 2014, sono stati forniti dati che affermavano che oltre 1 bambino su 4 di età inferiore agli 8 anni sa usare un computer, un tablet o uno smartphone. Nello stesso studio, è stato calcolato che 1 bambino su 3 di età compresa tra 9 e 13 anni aveva imparato l’uso di tali tecnologie da poter insegnare con sicurezza a un adulto a risolvere i problemi. I bambini che utilizzavano la tecnologia per scopi educativi in ​​casa avevano un maggiore senso di capacità di risoluzione dei problemi e una maggiore capacità di completare compiti quando veniva fornita una ricompensa (come la raccolta di punti, il completamento di un livello di un gioco o il completamento di il gioco stesso). Questo uso della motivazione estrinseca per offrire una ricompensa per il completamento dei compiti consente allo studente di divertirsi mentre completa il compito a portata di mano.

Per tutti noi che abbiamo studiato musica da bambini, che attualmente abbiamo figli che studiano musica o insegniamo musica, sappiamo che la sfida che tutti dobbiamo affrontare è questa: l’apprendimento di un’abilità musicale richiede molto tempo e molto tempo per avere successo. La giusta quantità di tempo per padroneggiare le abilità associate alla musica richiede molti anni. Molti maestri della performance art come musicisti professionisti, cantanti, artisti discografici e ingegneri del suono saranno tutti d’accordo su questo fatto. Tutti gli individui dello stesso pedigree saranno anche d’accordo sul fatto che ad un certo punto lungo il percorso, almeno un insegnante li ha ispirati a prosperare nei loro studi musicali. Questo insegnante, solitamente conosciuto e ricordato per nome, ha creato la scintilla per la crescita musicale che crea un amore per l’apprendimento che dura tutta la vita. Questa è una forte prova per sostenere che la motivazione intrinseca è la potente risorsa per aiutare a coltivare il successo per tutta la vita.

Ci sono molti strumenti interessanti che un insegnante di musica può utilizzare, comprese varie app su una serie di argomenti tra cui teoria musicale, storia della musica, addestramento dell’orecchio e tecniche di registrazione. Inoltre, ci sono molti programmi come YouTube, Garage Band, Ever Note, tra gli altri. Ognuno di questi strumenti offre una cornucopia di opzioni per qualsiasi insegnante di musica e studente di musica per creare un ambiente divertente per aumentare la motivazione. Gli studenti non devono più sedersi davanti al loro strumento e hanno solo i libri come risorsa primaria per l’apprendimento. Utilizzando la moltitudine di strumenti disponibili, gli insegnanti hanno la possibilità di creare uno studio personalizzato che si adatta alle esigenze di molti ambienti di apprendimento. Ciò consente allo studente di entrare in un mondo di vaste possibilità che non erano disponibili 15 anni fa.

Il trucco per ogni insegnante è creare la volontà di abbracciare questa nuova generazione di avanzamento tecnologico mentre alimenta la motivazione intrinseca in un ambiente estrinsecamente motivato. In conclusione, ci sono molti strumenti a disposizione di tutti gli insegnanti di musica, genitori e studenti in questa nuova generazione di tecnologia nel 21° secolo. È importante osservare che questi strumenti, come menzionato, aiuteranno a incoraggiare tutti a divertirsi mentre si godono i loro studi musicali, ma questi strumenti non sono solo i segreti del successo. L’insegnante deve sapere come motivare gli studenti a “andare avanti” attraverso i successi e le sfide che naturalmente si presentano a tutti gli studenti di musica. La miscela di stimoli motivazionali estrinseci e intrinseci aiuterà a creare la prossima generazione di musicisti, appassionati di musica e estimatori della musica. Questo è l’obiettivo principale che aiuterà a mantenere viva e prospera la musica per la prossima generazione e oltre.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *