La rabbia è una condizione in cui la lingua lavora più velocemente della mente

Il modo in cui valutiamo (vedi) il nostro ambiente in un dato momento è importante per determinare come rispondiamo emotivamente. Se valutiamo una situazione come una minaccia, una repressione o un insulto, è più probabile che rispondiamo con rabbia. Se valutiamo positivamente una situazione, la nostra risposta sarà positiva. Due persone possono valutare la stessa situazione in modo diverso. I nostri sentimenti sono molto personali e non seguono regole logiche. Possiamo valutare la stessa situazione in modo diverso in momenti diversi in base ai nostri stati d’animo, livello di stress e chiarezza di pensiero e di conseguenza rispondere in modo diverso.

Se siamo affamati, arrabbiati, tristi, ansiosi, pessimisti, ottimisti o felici, il nostro stile di comunicazione rifletterà i sentimenti predominanti che stiamo vivendo. Se percepiamo chi parla come ostile, aggressivo, umiliante o in qualche modo negativo, probabilmente risponderemo in modo gentile. Se percepiamo chi parla come compassionevole, ragionevole e comprensivo, la nostra risposta sarà assertiva, emotivamente intelligente e appropriata.

Quando siamo arrabbiati, è più probabile che il nostro stile di comunicazione sia aggressivo, passivo aggressivo o passivo. Tutti e tre questi stili di comunicazione sono inefficaci e non possono portare a una risoluzione di successo di qualunque sia il conflitto. L’unico stile o comunicazione progettato per esprimere chiaramente ciò che sentiamo e ciò di cui abbiamo bisogno dall’ascoltatore è la comunicazione assertiva.

La comunicazione è una delle quattro aree di interesse nel curriculum di Anderson & Anderson Anger Management. Lo stile di comunicazione che utilizziamo in un dato momento è, in larga misura, determinato dal nostro umore, dal livello di stress e dal modo in cui valutiamo la situazione in cui ci troviamo.

Il comunicatore assertivo parla in un tono ragionevole, stabilisce un contatto visivo con l’ascoltatore, usa i messaggi “io” e afferma chiaramente i suoi bisogni, sentimenti e richieste. Invita l’ascoltatore a lavorare per una risoluzione reciprocamente soddisfacente del conflitto. Consapevolmente influenza l’ascoltatore con il proprio comportamento. Dimostra abilità nell’intelligenza emotiva.

La comunicazione assertiva può essere padroneggiata da qualsiasi partecipante motivato a un corso di gestione della rabbia in cui la gestione della rabbia, la gestione dello stress; vengono insegnate capacità di comunicazione e potenziamento dell’intelligenza emotiva.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *