La recensione per il libro intitolato "Libro di cucina Rasachandrika-Saraswat"

È davvero sorprendente informare ciascuno di voi che un’associazione è stata costituita dalle donne nell’anno 1917 a Mumbai. Fu deciso che il gruppo pubblicherà il primo libro di cucina Saraswat intitolato “Rasachandrika” (o il libro dei gusti). Fu finalmente pubblicato il 30 ottobre 1943 in cui furono stampate esattamente mille copie e andate esaurite in un mese. Il titolo del libro era “Rasachandrika-Saraswat Cookery Book”. Gli autori del libro sono stati Smt.Mira G.Hattiangadi & Smt.Neela C.Balsekar per la versione inglese. È stato pubblicato in un luogo situato a Mumbai, nel Maharashtra. L’editore era Shri Harsha Bhatkal e il libro è stato stampato presso “Popular Prakashan Pvt. Ltd., Mumbai”. Il prezzo del libro era Rs.300. L’ISBN è 978-81-7154-290-1. Il numero totale di pagine è 236 in totale.

Vale davvero la pena leggere il libro per le poche particolarità percepite in esso. In primo luogo, è un lavoro di squadra delle donne che hanno voluto condividere le loro ricette con le generazioni future e mantenere la loro cultura. In secondo luogo, il merito è della prima associazione femminile Saraswat. Il libro non è pubblicato sotto il nome della singola paternità. Il libro ha la fotografia dell’autore originale del libro e il suo nome era “Late Smt.Ambabai Samsi”. La storia del libro è stata chiaramente citata nella “Prefazione”. È stato tradotto in tre lingue: marathi, hindi e inglese. La visione dell’autore originale è stata annotata nella sezione “Note dell’autore all’edizione Marathi”. Secondo lei, ci sono differenze tra gli stili e i piatti di cucina Saraswat e non Saraswat. In terzo luogo, l’autore ha fornito sia disegni che fotografie in cui c’è una rappresentazione chiara del modo in cui il cibo deve essere esposto e presentato ai propri familiari, amici o ospiti. In altre parole, ha mostrato come devono essere disposti gli alimenti sul piatto prima di servirli agli altri. è davvero interessante notare in quanto altri libri sono privi di questa caratteristica.In quarto luogo, il libro presenta le fotografie del modo in cui i prodotti alimentari devono essere visualizzati nelle importanti funzioni religiose e feste.Questo è qualcosa che viene dato al prossima generazione di individui per imparare e conoscere la propria cultura.

Ho letto molti libri di cucina, tuttavia, questo attira sempre di più la mia attenzione per il modo in cui le ricette vengono condivise con noi e sono particolarmente adatte allo stato e al paese. Vediamo il contenuto del libro. Si comincia con le ricette dei “masala” piccanti o condimenti usati nella vita di tutti i giorni. Mi è piaciuto particolarmente “amti masala” e “kholamba masala”. All’interno di questa sezione, esiste un metodo più breve per “macinare masala contenenti scaglie di cocco” che è abbastanza popolare nelle regioni meridionali dell’India.

Avete mai sentito parlare dei “Piatti serviti con pappa di riso”? L’autore cita circa “80 contorni”. Tra questi, 30 varietà di piatti a base di patate sono descritti in modo molto chiaro. L’autore menziona anche diversi tipi di banane, vale a dire. “Banane Rajali crude”, “Banane Rajali mature”, “Banane Rajali non mature” e “Banane non Rajali”. L’autore descrive il modo in cui si devono pulire, tagliare e tritare i germogli di bambù. Dà tre piatti preparati da loro. Si può stare lontani dal mondo dei chutney? L’autore non si allontana dal condividere i vari modi in cui li si può preparare. Secondo lei, ci sono tre modi in cui si possono preparare:

a) Chutney semiliquidi b) Chutney secchi pestati e c) Chutney liquidi.

Qualcuno ha assaggiato il “chutney di melanzane essiccata” fino ad oggi? Ad essere sincero, non ne ho mai assaggiato uno in vita mia. Ho sfogliato le pagine del libro. Tuttavia, sono stato sorpreso di scoprire che non c’è una fase nella preparazione del piatto in cui si asciugano le melanzane e si prepara il chutney. Infatti sto andando a prepararne uno in cui ci sia l’utilizzo di “melanzane essiccate”. Lo condividerò nella mia prossima presentazione. Questo è un errore tipografico e il nome corretto del piatto è “chutney di melanzana fritta”.

Si potrebbe provare a cucinare il “golyan sambare”. È un piatto buono e anche molto igienico. Si possono assaporare in modo simile ai momo o agli gnocchi di riso usati in altri stati dell’India. Un’altra serie di nuovi piatti narrati nel libro sono:

1) Kadi usati nelle stagioni fredde e 2) Tambalis cucinati nelle stagioni “calde”.

Stagioni fredde e calde nelle parti meridionali dell’India! Questo mi ha fulminato e mi ha permesso di procedere ulteriormente con la descrizione e la spiegazione data a queste ricette. Questo è un must per la lettura e sono affascinato dal modo in cui questi piatti vengono cucinati e serviti agli altri. I kadi caldi vengono cucinati in otto varianti in cui vengono utilizzati aglio, grani di pepe, semi di cumino, semi di mango chiamati “pietra di mango sottaceto”, teneri germogli o foglie di melograno, ecc. E si preparano i piatti. D’altra parte, i tambali freddi vengono preparati utilizzando alcune verdure, o liquidi come il latticello, o spezie come semi di cumino fritti o scaglie di cocco fresco.

Qualcuno ha preparato 38 varietà di rasam o saaru? Di queste, 7 varietà sono menzionate nel libro e sono:

1. Saar tamil

2. Aglio Rasam senza lenticchie

3. Rasam preparato con lenticchie di grammo rosso

4. Rasam di verdure

5. Coriandolo Rasam

6. Kokum Saar

7. Kokum e chiodi di garofano Rasam

Passiamo alla “sezione delle ricette in cui si utilizzano zucchero e jaggery”. Che ne dici di saperne di più su 14 varietà di idli-dolci e non dolci? Di seguito è riportato l’elenco:

1. Idlis preparato con lenticchie di grammo nero

2. Idlis preparato in foglie di jackfruit

3. Idlis preparato con jaggery

4. Idlis piccante e piccante

5. Idlis preparato con peperoncini verdi

6. Jaggery Idlis preparato con grano macinato grossolanamente

7. Riso e Jaggery Idlis

8. Idlis di zucca

9. Vermicelli di riso con Jaggery e cocco

10. Vermicelli di riso con Jaggery

11. Idlis di riso preparato in foglie di curcuma o banana

12. Idlis di riso e jackfruit

13. Riso e succo di cocco Idlis

14. Riso, Jackfruit e Jaggery Idlis

Il resto delle ricette condivise nel libro sono piatti comuni di Marathi. L’autrice ha dato il suo contributo sotto forma di “Ricette alimentari dai racconti popolari” che vengono utilizzate nella nostra vita quotidiana:

1. Alimentazione del neonato

2. Alimenti per bambini fatti in casa

3. Preparazione del mangime di malto ragi

4. Vomito

5. Diarrea

6. Febbre

7. Raffreddore e tosse

8. Mal di testa

9. Parotite

10. Mal di denti

11. Stomatite

12. Tosse secca cronica

13. Tosse incessante

Nel complesso il libro ci fornisce le ricette dei piatti consumati nella nostra quotidianità. Ci sono alcuni punti critici da notare contro l’autore:

1. Nel libro sono condivisi solo pochi piatti.

2. Ci sono altri piatti tipici di Saraswat che vale la pena menzionare nel libro.

3. I piatti genuini non sono menzionati nel libro.

4. Il cibo festivo è parzialmente discusso nel libro.

5. Ci sono piatti alimentari speciali dati alle madri in gravidanza e in allattamento.

Questi mancano nel libro.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *