La storia del budino di pane – Parte 1

Bentornati tra i Dolci Italiani. Questo post è l’inizio di un altro diversivo. Nei nuovi post, discuteremo la storia del budino di pane e alcune ricette lungo il percorso. Sto di nuovo divagando perché la mia ricerca nel mondo dei dolci italiani mi ha portato indietro nel tempo, mi ha portato ai dolci siciliani e da lì sono approdato qui.

Il budino di pane risale alla preistoria e da allora ha avuto il suo posto in ogni epoca e in ogni paese. La mia ricerca ha rivelato che il budino di pane, sia dolce che salato, è stato sviluppato per la prima volta dai popoli antichi. Sembra che ci sia sempre stata una tendenza da parte dei cuochi parsimoniosi ad evitare lo spreco del pane raffermo e così è nata questa confezione.

La storia

Se approfondisci la storia della cucina dalla preistoria, scoprirai che il pane raffermo o duro è stato usato in una miriade di modi; per esempio, sop medievali, focacce, ripieni, piatti speciali come french toast e addensanti come i budini. È interessante notare che se guardi in un libro di cucina del 19° secolo, probabilmente troverai ricette per budini di pane elencate come “Cucina non valida”. Le ricette che troverai saranno varie e dipendono dal tipo di pane utilizzato.

Categoria importante

Un’altra cosa che scoprirai se ti addentri nella storia della cucina è che molti dolci nel corso dei secoli hanno incluso il pane come ingrediente sotto forma di briciole di pane o fette o pezzi. E, se segui la mia linea di pensiero, sono sicuro che vedrai l’efficienza e la frugalità nell’usare pezzi di pane raffermo o duro avanzati per creare un altro piatto aggiungendo un dolcificante e latte e cuocendo la confezione risultante. Aggiungendo grasso, come il burro, e un frutto, come il ribes, a questo mix, sposti questo uso del potenziale pane sprecato nella categoria di un trattamento speciale.

Questo è stato così tanto il fatto che oggi, anche i cuochi che non hanno il pane raffermo avranno delle fantastiche ricette e usi per il budino di pane. Il prodotto “potenziato” veniva chiamato budino di pane e burro. Alcuni cuochi hanno persino usato brioche, panettone (pane italiano lievitato) e fette di torta al posto del pane, aggiungendo più frutta e persino spezie per migliorare ulteriormente questo semplice dolcetto. Di conseguenza, alcuni di questi “miglioramenti” devono essere tenuti sotto stretto controllo, per evitare che il budino di pane perda le sue caratteristiche tradizionali.

Come è iniziato

Il probabile inizio del budino di pane può essere trovato guardando indietro ai sops medievali e alla pratica medievale di usare una pagnotta scavata come recipiente per un piatto dolce… le varietà di budino di pane potevano essere consumate calde come budino o fredde come una torta. Infatti, un dolce egiziano che ha una notevole somiglianza con il budino di pane e burro, e che in origine era un piatto semplice originario delle zone rurali, si chiama Om Ali ed è fatto con pane, latte o panna, uvetta e mandorle.

Ancora un altro pane dolce mediorientale, Eish es serny (pane di palazzo), viene preparato facendo essiccare grandi fette rotonde tagliate orizzontalmente attraverso una grande pagnotta per fare enormi fette biscottate (pani o pezzi di pane molto duro due volte cotti), che vengono poi cotti lentamente in sciroppo di zucchero e miele aromatizzato con acqua di rose e colorato con caramello. Se viaggi più a est, un dolce indiano in stile Moghul, lo Shahi tukra, è fatto con pane fritto nel ghee (burro chiarificato), immerso in uno sciroppo aromatizzato con zafferano e acqua di rose, e poi ricoperto da una salsa cremosa in cui si mescolano le fettine di mandorla decorativa.

Il nostro prossimo post tratterà l’aspetto dei budini di pane negli Stati Uniti e alcuni fatti e ricette interessanti per questo. Resta sintonizzato per altre deliziose informazioni su questo dessert multiculturale.

Buon appetito!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *