La storia del tiramisù

C’è qualche dibattito sulla storia del tiramisù. I resoconti di Carminantonio Iannaccone e Nathan Lopez (come ricercato e scritto dal Washington Post) stabiliscono la creazione del tiramisù da lui creato il 24 dicembre 1969 in via Sottotreviso mentre era capo chef a Treviso, vicino a Venezia.

Altre fonti riportano la creazione del dolce noto anche come “Toscana Trifle”, per aver avuto origine nella città di Siena, nella provincia italiana nord-occidentale della Toscana. Si narra che alcuni cuochi l’avessero ideato in onore di Cosimo III (14 agosto 1642 – 31 ottobre 1723) in occasione della sua visita al paese in onore del quale l’intruglio fu soprannominato Zuppa Del Duca (la “zuppa del duca”). Il duca portò con sé il dolce a Firenze. Più tardi, nel XIX secolo, Zuppa Del Duca divenne popolare tra gli intellettuali e artisti inglesi che vi abitarono. Di conseguenza, è anche conosciuta come Zuppa Inglese. Portarono il dolce in Inghilterra, dove la sua popolarità crebbe. Zuppa Del Duca alla fine si diresse a Treviso, appena a nord-ovest di Venezia, nella provincia nord-orientale del Veneto.

La traduzione del nome italiano tiramisù (tirami sù) significa “prendimi” (metaforicamente, “rendimi felice”). Questo può riferirsi alla caffeina nell’espresso e all’effetto del cacao utilizzato nella ricetta.

È vero che le torte a strati esistono da molto tempo. L’idea geniale nel tiramisù non è nella tecnica della stratificazione, ma nei componenti. È stata una bella idea unire insieme caffè, crema allo zabaione e cioccolato.

Sembra che il tiramisù possa aver avuto origine come una variazione della Zuppa Inglese. È menzionato nel libro di cucina di Giovanni Capnist del 1983 I Dolci Del Veneto, (I dolci del Veneto) mentre il dizionario online di Merriam-Webster riporta il 1982 come prima menzione della storia del dolce tiramisù. Capnist scrive che il tiramisù è “una ricetta recente con infinite varianti del trevigiano” e una “scoperta dei ristoranti più che della tradizione di famiglia”.

Ma l’ultima parola sulla storia del tiramisù viene da un libro di Fernando e Tina Raris intitolato La Marca Gastronomica pubblicato nel 1998. È un libro interamente dedicato alla cucina trevigiana. Gli autori ricordano quanto scriveva Giuseppe Maffioli in un articolo del 1981: “Tiramisù’ è nato da poco, appena 10 anni fa nel comune di Treviso, è stato proposto per la prima volta nel ristorante Le Beccherie dove ancora oggi si fa il dolce con la ricetta classica a base di savoiardi imbevuti di caffè espresso amaro forte, crema al mascarpone-zabaione e cacao amaro in polvere.Il dolce e il suo nome divennero subito popolari, e questo dolce fu copiato da molti ristoranti prima a Treviso, poi in tutta Italia.Alba e Ado Campeol, i titolari del ristorante, si rammaricano di non aver brevettato il nome e la ricetta per evitare tutte le speculazioni e supposizioni sull’origine di questo dolce e la diffusione di tante ricette che nulla hanno a che fare con il tiramisù originale”.

Per fortuna il tiramisù ha trovato la sua strada in America, dove ha rapidamente guadagnato popolarità a San Francisco e si è diffuso in tutta la nazione. Indipendentemente dalla sua ‘storia e origine, il miglior tiramisù è uno dei dessert più deliziosi che tu abbia mai gustato.

Vai a http://www.BestTiramisù.com per ulteriori informazioni e alcune ricette gratuite.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *