La storia ispiratrice della Miracle League

Per molti ragazzi in America, giocare a baseball e giocare nelle Major League un giorno è tutto ciò che sognano nella loro vita. Per la maggior parte dei bambini con disabilità, solo essere in grado di far oscillare una mazza e girare intorno alle basi è un sogno che diventa realtà. Questi sogni sono ora una realtà grazie al storia ispiratrice della Lega dei Miracoli.

Lauren Gunder ama il baseball, ma il suo sogno per la propria storia ispiratrice è ostacolato da un disturbo osseo con cui è nata. Questa condizione le faceva fratturare le ossa facilmente e frequentemente. Di conseguenza, lo sport era fuori. Ma questo non le ha impedito di voler giocare. Dall’età di 3 anni, aveva costantemente portato a casa volantini di baseball dalle scuole incoraggiando i bambini a giocare. I suoi genitori, pesando sulla sua disabilità, la scoraggiavano sempre per il suo bene. Per Lauren, il suo atteggiamento era di non avere una disabilità. Quando si è formata la Miracle League, il sogno di Lauren si è avverato.

La Miracle League è stata formata da un gruppo di persone ben intenzionate che volevano che i bambini con disabilità vivessero i loro sogni e storia ispiratrice. La lega accetta bambini di ogni abilità e ha una politica di dire no ai bambini. Il cuore è l’unica cosa che conta per questo campionato, e tutti quei bambini svantaggiati del campionato hanno un cuore da campioni.

Anche le regole del gioco alla Miracle League sono diverse. Ogni bambino riesce a battere. Nessuno esce. Tutte le partite finiscono in pareggio e ogni giocatore è accompagnato da un compagno volontario che aiuterà il giocatore a battere, correre, girare intorno alle basi e mettere in campo la palla e tutto il resto. Spesso svolgono questi compiti con i giocatori su sedie a rotelle e sia il giocatore che l’amico si divertono molto e ispirazione a parte questo. I loro storie di ispirazione non sono spesso raccontati. Tuttavia, non importava a un gruppo di persone: i genitori del giocatore.

Per questi genitori di questi bambini di ispirazione, è un sogno che si avvera. Ogni genitore vuole vedere il proprio bambino giocare. Avere a che fare con la propria disabilità è già una sfida difficile, ma quando vedono i propri figli realizzare i loro sogni di gioco, tutto quello che è successo ne vale la pena. Grazie anche alla Lega dei Miracoli, i loro figli sono in buone mani.

Quando il campionato è iniziato per la prima volta su campi sterrati, è stato motivo di preoccupazione poiché i giocatori che corrono e girano intorno alle basi spesso rimangono intrappolati nel campo irregolare. Ma grazie a Dean Offer e al Rotary Club in Georgia, la Miracle League è stata in grado di raccogliere fondi e costruire un campo artificiale sicuro per questi bambini. Il primo è stato costruito nel 2000. Da allora ne sono state aggiunte altre 14 in tutto il paese e altre 62 piazzole sono in fase di costruzione. Il storia ispiratrice e il successo di questi bambini si sta diffondendo.

Storie di ispirazione e le vite nascono dal desiderio di avere successo indipendentemente dalle circostanze. I ragazzi della Miracle League sono davvero in un campionato a parte quando si tratta di avere il cuore che conta di più.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *