La zuppa di pollo ungherese di Nagymama per l’anima della tua famiglia

OK. Ti avevo promesso la mia ricetta della zuppa di pollo ungherese. Dato che stiamo soffrendo per un’esplosione artica, con brividi di vento tra i 15 ei 25 gradi negativi, sembra che una meravigliosa pentola di zuppa di pollo bollente sia l’aneddoto perfetto per i giorni agghiaccianti che stiamo vivendo in molte parti del nazione. Ecco come mi ricordo Nagymama, mia nonna ungherese, che lo realizzava. Ho portato avanti la sua tradizione rendendola così anche per la mia famiglia:

o Riempi la pentola per circa due terzi con acqua. Non c’è bisogno di misurare; basta riempirlo in modo che ci sia abbastanza spazio per aggiungere tutti i seguenti ingredienti. (due terzi dovrebbero essere quasi perfetti.)

o Sciacquare il pollo con acqua fredda e aggiungerlo alla pentola. Utilizzare un pollo intero tagliato a pezzi senza l’interno o tre o quattro petti divisi, con la pelle. Condisci la pentola con sale e pepe macinati. Coprire parzialmente la pentola e portare a bollore.

o Quando bolle, togliere il coperchio, ridurre la temperatura a bollore scoppiettante e, una volta che l’ebollizione è sotto controllo, coprire di nuovo parzialmente. Cuocete a questa temperatura per circa 30-45 minuti, finché il pollo non sarà tenero quando bucherellato con una forchetta.

o Spegnere il fuoco e rimuovere la schiuma dalla parte superiore della pentola. Quindi rimuovere tutto il pollo dalla pentola. Sbucciare, disossare, tagliare a pezzetti e rimetterlo nella pentola. Aggiungere le carote sbucciate (l’autentico modo ungherese è quello di aggiungerle intere, non tagliate a pezzi), il sedano a cubetti (di nuovo, aggiungere i gambi interi se si vuole essere genuini) e le cipolle di media grandezza sbucciate in quarti. Controlla i tuoi condimenti, aggiungendo ora paprika ungherese genuina e dolce (aggiungo anche una sana dose di timo, anche se Nagymama non l’ha mai fatto!) Fai sobbollire a fuoco basso per almeno un paio d’ore, finché i sapori non hanno la possibilità di mescolarsi. (Puoi anche lasciarlo sobbollire tutta la notte a fuoco più basso possibile, rimuovendolo dal fornello come prima cosa al mattino.)

o Subito prima di essere pronto per servirlo, aggiungi i noodles sottili all’uovo direttamente nella pentola, alzando il fuoco in modo che cuociano (circa otto minuti). Buon appetito!

Nagymama lo serviva sempre con pane fatto in casa e burro puro. È stata servita anche una pasticceria europea, così come una buona tazza di caffè o tè dopo cena.

Meno aromi riempiono meglio la tua casa. Meno ricordi della casa dei tuoi figli potrebbero essere più forti di quelli che questo creerà. Cerca di tenerne una pentola per il resto dell’inverno. sto cercando di fare lo stesso……

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *