La zuppiera – Una storia nobile, mangerai con i re quando servi la zuppa nella tua zuppiera

Pochi altri piatti portano tanto fascino e storia quanto la zuppiera. Un piatto così semplice, davvero, e pratico per servire solo 6 persone o giù di lì, ma comunque parte della leggenda. È progettato per servire zuppe e stufati e per secoli è stato trovato in vari modelli ma è rimasto costantemente lo stesso: una forma elegante con coperchio con manico a cupola e manici sul fondo del piatto. Pochi altri piatti portano la storia e la tradizione della zuppiera. Disegni contemporanei più eleganti o versioni antiche più vecchie verranno visualizzati con un vassoio inferiore.

500 anni fa, era comune che la zuppa fosse il principale pasto europeo e originariamente si pensava fosse chiamata ecuelle. Un piatto più piccolo, con manici e coperchio, pensato per essere raccolto e bevuto. Fu con questa presenza prominente e frequente a tavola che nacque la zuppiera. Con una pletora di zuppe, stufati, brodi e zuppe poco costosi che costituivano il pasto comune, era naturale per gli artigiani cogliere l’occasione e iniziare a fabbricare i prodotti appropriati.

Sebbene pratico in uso per servire il pasto comune e mantenere il piatto caldo, si è evoluto in un elegante centrotavola a tutti i livelli della società. Gli artigiani hanno avvicinato la zuppiera come il piatto più elegante tra le porcellane, l’opera d’arte se volete, del servizio da portata. La tavola divenne presto il luogo delle grazie quotidiane e delle cerimonie con l’elegante zuppiera che teneva corte sulla tavola della famiglia. Nel tempo, il pasto di una portata si è evoluto in portate e sono seguite le varie zuppe per supportare le tradizioni di una società più complessa. La zuppiera forniva un modo economico per fare un’impressione duratura ed elegante sugli ospiti a cena mentre servivano pasti a prezzi accessibili.

Così la zuppiera ha affermato di essere un luogo permanente e nobile nella storia, il Museo Campbell condivide “se chiamato in onore dell’eroe militare francese maresciallo Turenne o chiamato una pentola a oille – una zuppa catalana-provenzale – entrato in uso nel tardo XVII secolo Francia. La maggior parte delle zuppiere d’argento del XVII secolo furono fuse per finanziare le guerre degli ultimi anni di Luigi e si possono intravedere solo nei dipinti. Durante la metà del XVIII secolo zuppiere dalle forme naturalistiche appropriate, come le zuppiere a forma di testa di cavoli, erano popolari.” Forse hai anche sentito parlare di Thomas Germain, un argentiere parigino che nel 1733 costruì una zuppiera che vendette da Sotheby’s durante un’asta a New York del 1966 per $ 10.287.500. Una delle poche e rare zuppiere d’argento parigine rimaste.

Nel corso del Settecento gli artigiani gareggiarono per soddisfare la richiesta di servizi pretenziosi, sviluppando straordinarie zuppiere da una varietà di risorse rare e preziose. Forme alla moda, metalli preziosi, decorazioni costose hanno creato delle meravigliose opere d’arte, tutte per servire la zuppa. Nessun altro vaso di servizio può vantare questa persistenza artistica per creare un capolavoro per la tavola.

Se desideri rivedere la nostra selezione di oltre 800 zuppiere, fai clic su qui. Troverai anche ulteriori informazioni su zuppiere, ciotole e mestoli. Mentre servi la tua zuppa, fai tesoro dell’eredità della nobile zuppiera e porta la tradizione sulla tua tavola. Mangerai con i Kings quando servirai la tua zuppa in una zuppiera.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *