Leadership efficace: lo stile conta davvero

Come allenatore esecutivo, ho scoperto che lo stile conta davvero. Stile di leadership, cioè.

Molte persone attraversano la vita con un atteggiamento che dice: “Questo è il modo in cui sono: prendilo o lascialo”. Come leader, non hai questa opzione. Quando ti trovi di fronte a diverse situazioni nell’ambiente di lavoro, dovrai spesso rispondere con stili di leadership molto diversi. Alcuni ti saranno comodi e naturali e altri ti faranno allungare.

Prendi la situazione in cui si è trovato un mio cliente:

Il mio cliente era amministratore delegato di una società di medie dimensioni. Il suo talento naturale era quello di lavorare con il suo staff in modo molto collaborativo. In effetti, riteneva che fosse importante non solo collaborare con il suo staff, ma avere il consenso da parte loro su tutte le decisioni importanti. Nella maggior parte dei casi, questo ha funzionato bene. Ma venne il giorno in cui l’azienda aveva bisogno di implementare una nuova struttura operativa. Era essenziale un cambiamento radicale. Il CEO ha tentato di collaborare e ottenere un consenso da tutti i membri del suo gruppo dirigente … ma tre mesi dopo stavano ancora discutendo su cosa fare e come farlo. Attrito e ostilità si erano insinuate nella squadra precedentemente unita. L’amministratore delegato era a corto di intelligenza. Mi ha chiamato.

Il problema? Il suo gruppo dirigente non era pronto ad assumersi le responsabilità che stava loro affidando. Non avevano l’esperienza e le competenze necessarie per collaborare efficacemente e attuare un solido piano d’azione.

La soluzione? Il CEO ha dovuto cambiare il suo stile di leadership da collaborativo a decisivo. Egli stesso doveva definire come sarebbe stata la nuova struttura operativa dell’azienda e portare avanti il ​​cambiamento. Entro un mese dalla sua affermazione di questo livello di controllo più elevato, la nuova struttura era a posto e funzionava senza intoppi e la transizione era stata completamente fluida per i clienti dell’azienda.

Dovrà rimanere sempre in questo ruolo decisivo? Senza significato. Man mano che il suo gruppo dirigente continua a crescere e svilupparsi, l’approccio collaborativo che gli è naturale diventerà sempre più appropriato ed efficace. Ma ha imparato una lezione preziosa – e di cui trarrà vantaggio ancora e ancora: la grande leadership non è questione di trovare uno “stile perfetto” e attenersi ad esso nel bene e nel male. Si tratta di conoscere lo stile perfetto per la situazione in cui ti trovi attualmente e di usarlo bene.

© 2008 Timoteo I. Thomas

Hai il mio permesso di ristampare e distribuire questo articolo purché sia ​​distribuito nella sua interezza, inclusi tutti i collegamenti e le informazioni sul copyright. Questo articolo non deve essere venduto o incluso con tutto ciò che viene venduto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *