Lezioni di successo dalle Olimpiadi invernali: visualizzazione

Nelle prossime settimane, le Olimpiadi genereranno senza dubbio molti titoli incentrati su storie ispiratrici, successi inaspettati, ascolti televisivi buoni o cattivi e persino scandali.

Ma ecco un fatto di cui probabilmente non sentirai parlare molto: con ogni Olimpiade, i paesi di tutto il mondo fanno più affidamento sulla psicologia dello sport per aiutare i loro atleti a raggiungere il successo e vincere l’oro.

Il Canada, ad esempio, spera di riprendersi dal deludente sforzo del 2002 inviando 12 psicologi con la loro squadra alle Olimpiadi di Torino, invece dei sette inviati a Salt Lake. Gli Stati Uniti portarono solo due esperti di psicologia a Lillehammer nel 1994, e poi tentarono di ottenere un maggiore successo portando 11 a Salt Lake.

Perché questa maggiore dipendenza dalla psicologia dello sport?

Semplice. La psicologia dello sport funziona.

Numerosi studi hanno dimostrato che le tecniche della psicologia dello sport migliorano notevolmente il successo e le prestazioni. Ciò è particolarmente vero alle Olimpiadi, quando la differenza tra oro e argento è spesso di centesimi di secondo o frazioni di punto. Quando le prestazioni fisiche sono quasi uguali, il vantaggio mentale determina la vittoria e la sconfitta. La psicologia diventa cruciale per il successo.

La psicologia dello sport presenta una serie di tecniche collaudate per migliorare il successo e le prestazioni, ma questo articolo si concentra su una in particolare: la visualizzazione.

La visualizzazione ha molti nomi, inclusa la pratica mentale e le prove nascoste. È stato uno strumento preferito dagli esperti di psicologia dello sport per molti anni, ma ha una storia ancora più lunga come tecnica per la motivazione, l’auto-aiuto e l’auto-miglioramento.

Alla fine del 1800, molti movimenti popolari di auto-aiuto e miglioramento personale invasero il paese, tra cui Christian Science e il movimento “New Thought”. Alcune di queste “scuole” di auto-miglioramento erano apertamente religiose, mentre altre adottarono un approccio più filosofico alla psicologia del successo. Ma tutti condividevano una convinzione comune nell’importanza della psicologia come cruciale per il successo. In particolare, tutti hanno insegnato che le nostre convinzioni plasmano letteralmente la nostra realtà e che visualizzare il futuro *crea* il futuro. In un certo senso, hanno predicato che la psicologia è il destino e il percorso verso l’auto-aiuto e il miglioramento personale inizia con la visualizzazione di ciò che si desidera veramente. Molti dei guru motivazionali di oggi prendono molto in prestito da questi movimenti di auto-miglioramento secolari.

Negli anni ’20, anche i seguaci della psicologia freudiana predicavano i benefici della visualizzazione, ma per ragioni diverse. Credevano che visualizzare il futuro influisse sulla mente inconscia e, a sua volta, le dinamiche psicologiche dell’inconscio ti avrebbero spinto verso ciò che hai visualizzato, senza che tu te ne accorgessi. Ancora una volta, la filosofia fondamentale dell’auto-miglioramento sul lavoro è che la psicologia è il destino e visualizzare il futuro è fondamentale per la motivazione e il successo.

==> Perché la visualizzazione funziona davvero

Oggi, la ricerca sulla psicologia dello sport ha chiarito che la visualizzazione può migliorare il successo e le prestazioni negli sport. Ma la ricerca parallela sulla psicologia positiva ha confermato che la visualizzazione può aumentare il successo nella vita di tutti i giorni, rendendola uno strumento prezioso per coloro che sono interessati alla motivazione, all’auto-aiuto e all’auto-miglioramento. Ma le ragioni per cui la visualizzazione migliora la psicologia del successo sono più pratiche e pragmatiche di quanto i seguaci della psicologia freudiana o dei movimenti popolari di auto-aiuto vorrebbero farci credere. Ecco i tre motivi principali per cui la visualizzazione migliora il successo e l’auto-miglioramento:

1) La visualizzazione aumenta la fiducia

La ricerca nel campo della psicologia positiva mostra che il semplice pensiero di un evento fa sembrare più probabile che accada effettivamente. Quando pensi a un evento, inizi a costruire scenari mentali di come potrebbe verificarsi e, cosa ancora più importante, di come potresti *farlo* accadere. Il risultato è spesso una maggiore fiducia e l’auto-miglioramento avviene attraverso una “profezia che si autoavvera”. Il processo psicologico è semplice:

Visualizzazione => Fiducia ==> Azione ==> Risultati ==> Successo

2) La visualizzazione aumenta la motivazione

La visualizzazione aumenta la motivazione e la fiducia, rendendo più efficaci l’auto-aiuto e l’auto-miglioramento. Poiché i tuoi sogni per il futuro sembrano più probabili, diventi più motivato ad avviare e sostenere l’azione.

La definizione degli obiettivi è spesso un elemento molto razionale, persino “asciutto” dei propri sforzi per il miglioramento personale. Ma visualizzare il futuro desiderato è un processo psicologico molto diverso, che rende gli obiettivi astratti molto tangibili e concreti nella tua mente. Questo processo coinvolge le tue emozioni così come i tuoi pensieri e genera un’autentica eccitazione che motiva l’auto-miglioramento.

Visualizzare il tuo futuro ti rende anche consapevole del divario tra dove sei ora e dove vuoi essere. Il risultato è una maggiore motivazione per l’auto-miglioramento, mentre ti sforzi di colmare il divario tra le tue ambizioni future e la tua realtà attuale.

3) Visualizzare è una forma di pratica

Questa è la ragione più importante per cui la visualizzazione migliora il successo, ma quella più spesso trascurata nei libri di auto-aiuto e miglioramento personale. Come ogni tipo di pratica, visualizzare un comportamento ti rende più abile e di successo quando arriva il momento di impegnarti effettivamente in quel comportamento. Inoltre, i comportamenti visualizzati possono essere praticati più rapidamente, facilmente e frequentemente rispetto al comportamento reale: questo è parte del motivo per cui gli atleti di livello mondiale completano regolarmente le loro sessioni di pratica effettive con regimi di pratica visualizzata psicologicamente focalizzata.

La visualizzazione viene utilizzata di routine anche in psicologia e nell’auto-miglioramento perché è eccellente per mettere in pratica comportamenti troppo spaventosi, intimidatori o addirittura pericolosi da eseguire di persona. Per esempio…

I venditori che temono il rifiuto si comportano meglio e sono più motivati ​​se si visualizzano di fronte al rifiuto e rimbalzano indietro

Gli psicoterapeuti chiedono regolarmente ai pazienti di visualizzare se stessi affrontando le loro paure e ansie come un modo per aiutarli ad affrontare effettivamente quelle paure

Gli alcolisti in via di guarigione possono iniziare a esercitare le loro abilità nel resistere alla tentazione visualizzando se stessi di fronte a situazioni allettanti e resistendo a situazioni come feste o ristoranti

In ogni caso, è chiaro come la visualizzazione ti permetta di mettere in pratica le tue abilità di successo, rendendo più efficaci l’auto-aiuto e l’auto-miglioramento.

==> Suggerimenti di visualizzazione per le massime prestazioni

Naturalmente, la visualizzazione deve essere un complemento alla pratica reale, non un sostituto. Ma fatto correttamente, può rendere la pratica effettiva ancora più efficace e iniziare a promuovere una mentalità psicologica di successo. Se fatto in modo improprio, può persino danneggiare le prestazioni. Per incorporare la visualizzazione nei tuoi sforzi di auto-miglioramento e motivazione in modo più efficace, tieni a mente questi tre principi…

1. Visualizzazione corretta

La visualizzazione migliora il successo solo se visualizzi il comportamento appropriato. D’altra parte, visualizzare comportamenti scorretti o inefficaci crea la mentalità psicologica sbagliata, danneggiando le prestazioni e riducendo al minimo il successo.

Sembra ovvio, ma questo principio della psicologia della visualizzazione è spesso violato, in particolare dagli atleti alle prime armi. Ad esempio, qualcuno che ha appena iniziato a giocare a basket può certamente visualizzare se stesso mentre tirano dei tiri liberi, ma poiché non ha ricevuto molto coaching o allenamento, è probabile che visualizzi le cose sbagliate (ad esempio, non piegare le ginocchia, non seguire attraverso). Di conseguenza, è stato dimostrato che la visualizzazione ostacola effettivamente il successo degli atleti principianti. Ma molti studi hanno dimostrato che gli atleti esperti, che usano la forma e la tecnica corrette, trarranno beneficio dalla visualizzazione, perché è probabile che visualizzino le cose giuste.

La conclusione: se sei nuovo in uno sport o in un’altra attività, massimizza il tuo successo saltando la visualizzazione per ora. Invece, il tuo miglior percorso verso il successo e l’auto-miglioramento è concentrarti sulla pratica reale, imparare da artisti esperti, prendere lezioni, ottenere formazione, ecc.

2. Visualizzazione distribuita

La visualizzazione aumenta il successo e l’auto-miglioramento in modo più efficace quando le sessioni di visualizzazione sono distribuite nel tempo, invece di essere “raggruppate” in meno sessioni più lunghe. Questo vale per qualsiasi tipo di pratica o preparazione. Ad esempio, nella preparazione di un test, brevi periodi di studio distribuiti nel tempo (ad es. un’ora a notte per quattro notti) portano a risultati migliori ea un maggiore successo rispetto al cramming (ad es. quattro ore in una notte). Il consiglio di “un po’ di pratica per molti giorni” – comunemente offerto dai libri di auto-aiuto – non è sicuramente olio di serpente di auto-aiuto.

3. Visualizzazione precisa focalizzata sui mezzi, non sui fini

La visualizzazione deve essere precisa, vivida e dettagliata per essere uno strumento efficace per una maggiore motivazione e successo. I libri di auto-aiuto e miglioramento personale spesso incoraggiano le persone a visualizzare obiettivi ampi, come “essere più ricchi” o “avere meno paura”. Anche se questo può aumentare temporaneamente la fiducia e la motivazione, questo è un caso in cui molti libri popolari di auto-aiuto e miglioramento personale spesso guidano le persone nella direzione sbagliata. Visualizzare i “fini” – come sarebbe la tua vita se raggiungessi i tuoi obiettivi – non è l’approccio più efficace perché non fornisce i molti vantaggi della pratica.

Invece, la ricerca in psicologia positiva mostra che visualizzare i “mezzi” piuttosto che i “fini” porta a una crescita più personale; i benefici documentati includono una riduzione dell’ansia, una pianificazione più efficace e un maggiore successo. Ad esempio, non pensare di “avere un ottimo anno di vendita”. Invece, una strategia migliore per il successo e l’auto-miglioramento è immaginare di andare a specifici incontri di vendita, le tue azioni in quegli incontri, le reazioni degli altri e come supererai in modo specifico gli ostacoli e persisterai di fronte al rifiuto. Usa tutti i tuoi sensi: mentre immagini le azioni degli altri, considera come potrebbero vestirsi e il suono delle loro voci. In breve, l’auto-miglioramento richiede la visualizzazione di come si ottiene l’auto-miglioramento, piuttosto che di come ci si sente ad aver raggiunto i propri obiettivi di auto-miglioramento.

Quando la visualizzazione è stata utilizzata con successo come strumento psicologico con la squadra di sci olimpica degli Stati Uniti del 1976, ad esempio, la precisione, i dettagli e l’attenzione sui “mezzi” sono stati cruciali per il processo. Gli sciatori si sono concentrati meno sul loro eventuale successo nella vittoria della medaglia d’oro, e invece si sono visualizzati mentre sbandavano per l’intero percorso, sperimentando ogni urto e svolta nella loro mente. Quella squadra ha avuto un successo inaspettatamente forte e da allora la visualizzazione precisa è stata uno strumento psicologico standard nell’allenamento degli atleti olimpici. Puoi usare questi stessi principi per aumentare la tua motivazione, il tuo auto-miglioramento e il tuo successo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *