No 1 Ladies’ Detective Agency, una rassegna della serie di Alexander McCall Smith

Precious Ramotswe e Grace Makutsi tornano nel settimo libro della serie No. 1 Ladies’ Detective Agency, Scarpe blu e felicità. Questa volta Mma Ramotswe affronta diversi misteri, tra cui un editorialista di consigli con un atteggiamento, un problema alla riserva di caccia locale e un dottore, che potrebbe registrare false letture della pressione sanguigna che la sua infermiera ritiene sospette.

I problemi più sottili sono di natura personale. Mma Ramotswe, una donna di costituzione tradizionale, dovrebbe mettersi a dieta? Importa che tu compri qualcosa per te stesso che ti porti felicità, anche se non sembra funzionare a tuo vantaggio? Cosa succede quando provi ad aiutare, ma causa solo un problema più grande? Sono gli elementi sottili che rendono questi libri così deliziosi. Chi avrebbe mai pensato che gli eventi apparentemente banali della vita quotidiana potessero essere così divertenti e così affascinanti?

Il prezioso Ramotswe è proprio questo, prezioso. È molto rispettata e molto esperta nei modi tradizionali della sua gente. Anche suo padre era ben considerato e le lasciò abbastanza soldi, quando morì, per avviare un’attività in proprio. Presto assume Grace Makutsi, una signora che è molto orgogliosa dei suoi risultati scolastici come segretaria, come sua assistente. Successivamente trasferisce il suo ufficio con suo marito, che è un meccanico. Rimane un mistero il motivo per cui il loro fidanzamento è durato così tanto.

La chiave del successo di questa serie di libri sta nella sua semplicità. Sia che si parli dei misteri, dei personaggi, del loro modo di vivere o di semplici avvenimenti della vita, ogni libro è scritto meravigliosamente e facilmente ingeribile. Il bello sta nel sapere che anche un sofisticato americano moderno può relazionarsi con i semplici problemi affrontati da questi personaggi del Botswana.

Come un buon vino o un formaggio delicato, questi libri vanno assaporati. Concediti il ​​tempo di leggerli con passo lento. Non avere troppa fretta, ma assorbili lentamente. In questo modo puoi apprezzare la narrazione ritmica di Smith e la sua comprensione della condizione umana.

Sono contento di non aver lasciato che i miei pregiudizi mi impedissero di scoprire questa serie. Fortunatamente sono stato agganciato prima di provare a ingoiare Smith Racconti di caffè espresso dalla sua serie 44 Scotland Street. Non sono riuscito a finirlo nel 2007. Le donne sciatte e manipolatrici non sono esattamente la mia tazza di tè. Ma consiglio vivamente sia l’agenzia investigativa di Mma Ramotswe che il suo tè preferito (noto anche come, rooibos).

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *