One Minute Manager incontra la recensione del libro delle scimmie

Subito dopo il Gestore di un minuto è stato pubblicato, è diventato uno dei libri di business più venduti di tutti i tempi e rimane uno dei libri di business più popolari fino ad oggi. Ken Blanchard, uno dei coautori, ha poi collaborato con altri esperti di economia per scrivere altri libri utilizzando il formato in stile parabola del Gestisci in un minutor. Blanchard ha collaborato con William Onchen per scrivere il Il manager di un minuto incontra la scimmia. Onchen era un esperto di gestione del tempo e aveva scritto il suo libro intitolato Gestione del tempo di gestione. Insieme, Blanchard e Onchen hanno collaborato per scrivere su come i manager potrebbero essere più efficaci se imparassero l’arte della delega e della supervisione delle attività di routine.

La storia che raccontano riguarda un manager in difficoltà che sembra non avere mai abbastanza tempo mentre la sua gente lo fa sempre. Quando alla fine era così frustrato che non ce la faceva più, ha incontrato il One Minute Manager che poteva aiutarlo con il suo problema. Il One Minute Manager lo ha aiutato a rendersi conto che stava inavvertitamente assumendo un lavoro che il suo personale avrebbe dovuto svolgere e che si stava accumulando sulla sua scrivania. Il suo momento “ah-ha” è arrivato quando si è reso conto che quando la sua gente veniva da lui con un problema o un problema, aveva bisogno di reindirizzarli indietro con il problema per risolverlo da soli, cioè lasciare che si tenesse la “Scimmia”. Una scimmia è definita come il prossima mossa. Finché poteva impedire a “Monkeys” di saltare dalle spalle di qualcun altro al suo, allora avrebbe più controllo sul proprio tempo. Poteva quindi concentrarsi solo su quelle cose che solo lui poteva fare e avere anche il tempo per farlo. Ecco le regole di Onchen per la gestione delle scimmie come descritto in questo libro:

1. Descrivi la scimmia: Quando qualcuno viene da te con un problema, il compito è continuare a parlare fino al prossima mossa è stato specificamente individuato.

2. Assegna la scimmia: Assegna la scimmia (mossa successiva) al livello più basso in grado di gestire il problema, che nella maggior parte dei casi è l’individuo che è venuto da te con il problema. Fai attenzione a non impostare inavvertitamente una mossa successiva come “scrivimi un promemoria” che ti richiederà quindi di leggerlo e reagire dopo che ti è stato inviato. Quindi, una mossa migliore è inviare il tuo dipendente con le istruzioni per tornare da te con tre soluzioni alternative in modo che tu possa discuterne di nuovo e sceglierne una insieme per l’implementazione da parte del dipendente.

3. Assicura la scimmia: Decidi quale livello di rischio sei disposto ad accettare affinché il dipendente agisca immediatamente per risolvere il problema. In genere, puoi mandarli via con uno dei due livelli di assicurazione: 1) raccomandare e poi agire o 2) agire e poi consigliare. A seconda dell’esperienza del dipendente e della natura del compito, scegli un livello di assicurazione che corrisponda alla capacità del dipendente di risolvere il problema da solo e alla tua volontà di accettare le conseguenze se le cose non vanno fatte bene. Se hai dei dubbi sulla capacità del dipendente di agire per primo, chiedi loro semplicemente di raccomandare una soluzione prima che possano procedere. Altrimenti, puoi concordare una soluzione e inviarli semplicemente per agire immediatamente e riferire in seguito.

4. Controlla la scimmia: Fissa un appuntamento per una riunione di follow-up per scoprire come sta andando con il tuo dipendente. Se hai assegnato loro la responsabilità del prossima mossa, invece di chiedere ai tuoi dipendenti “Come va?” mentre hai a che fare con le loro scimmie, puoi essere tu a chiedere loro “Come va?”

L’uso di queste semplici regole ti aiuterà ad ottenere un maggiore controllo sul tuo tempo. Invece di lavorare su ogni problema nel tuo ufficio, i tuoi dipendenti faranno la maggior parte del lavoro mentre effettui il check-in periodico per chiedere “Come va?” Puoi quindi utilizzare il tuo tempo non solo per seguire il tuo personale, ma per concentrarti solo su quei problemi che richiedono la tua attenzione perché sei l’unico con l’autorità o le risorse per risolverli. Inoltre, tieni presente che le scimmie non solo possono saltare in alto dai tuoi dipendenti, ma verso il basso dal tuo capo o lateralmente da un pari. A volte dovrai assumerti la responsabilità delle prossime mosse su alcune di queste scimmie che saltano verso il basso o lateralmente; tuttavia, se hai una buona discussione con il tuo capo o collega, molte volte avranno ancora la “prossima mossa” quando finirai di parlarne. Seguire le regole di Onchen non solo ti aiuterà a gestire meglio il tuo “tempo di gestione”, ma aiuterà anche a rafforzare le tue persone mentre le alleni per risolvere la maggior parte dei loro problemi da sole. Inoltre, troveranno il loro lavoro più gratificante e meno frustrante poiché sono autorizzati da te a svolgere il lavoro da soli e non aspettano che tu lo faccia per loro.

Simile al Gestore di un minuto libro, questo libro è una lettura veloce con alcune lezioni semplici ma potenti. Se ti trovi nella stessa posizione del manager in difficoltà in questa storia, allora questo è il libro che fa per te. Puoi leggerlo in una sola seduta e, se vivi lo stesso momento “ah-ah” di questo manager, puoi applicare queste quattro regole il giorno successivo al lavoro. Nel giro di pochi incontri, puoi diventare anche tu un “One Minute Manager”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *