PEA Feniletilamina – Provoca quelle voglie di cioccolato?

Gli studi dimostrano che il cioccolato è il cibo più ambito dalla popolazione femminile. Il cioccolato contiene molti ingredienti che, se combinati insieme, alla fine danno luogo al fenomeno delle voglie che si verificano tra le donne.

Uno di questi ingredienti è la feniletilamina PEA, una sostanza naturale derivata dalla fenilalanina. È un aminoacido essenziale presente nel latte materno umano e animale e comunemente usato come integratore nutrizionale per la sua capacità di combattere la depressione e l’ansia e per aumentare l’energia e la resistenza tra gli atleti ad alte prestazioni.

PEA La feniletilamina, come l’anfetamina, è responsabile del rilascio degli ormoni dopamina e noradrenalina nel cervello, facendo sentire una persona euforica e sollevata.

Le persone che sono gravemente carenti di feniletilamina nella loro dieta possono soffrire di ADHD o disturbo da deficit di attenzione e iperattività e coloro che hanno troppa sostanza nel loro sistema possono manifestare sintomi di schizofrenia.

Tuttavia, se assunta per via orale, la potenza della feniletilamina è notevolmente ridotta perché subisce cambiamenti chimici nel fegato prima di entrare nel flusso sanguigno per la distribuzione finale nel corpo. Viene metabolizzato dall’enzima monoamino ossidasi-B o MAO-B nel fegato che riduce notevolmente il suo effetto psicoattivo prima che raggiunga il cervello.

Il fenomeno del desiderio di cioccolato tra le donne non è attribuito solo al contenuto di feniletilamina o PEA nei cioccolatini, ma anche agli effetti combinati di altri composti chimici presenti nei cioccolatini. Il desiderio è anche attribuito a cambiamenti ormonali, in particolare episodi di fluttuazioni di estrogeni che si verificano prima e dopo le mestruazioni di una donna. Questo evento mensile è probabilmente il motivo per cui la voglia di cioccolatini è più spesso attribuita alle donne.

Oltre alla feniletilamina PEA, il cioccolato contiene teobromina, il principale ingrediente chimico che si trova nei cioccolatini. La teobromina appartiene alla classe delle metilxantine che comprendono la caffeina e la teofillina ma il suo effetto sul sistema nervoso centrale è inferiore a quello della caffeina. È anche l’ingrediente responsabile di conferire al cioccolato le sue caratteristiche afrodisiache.

Si ritiene che la feniletilamina sia la causa di molti disturbi neuropsichiatrici. Si ritiene che una quantità insufficiente di questa sostanza causi depressione, morbo di Parkinson e ADHD e che una quantità eccessiva di essa causi schizofrenia paranoide cronica e fenilchetonuria. Serve come anfetamina naturale del corpo in quanto provoca euforia e felicità inspiegabile. Poiché le anfetamine sono state considerate i primi potenziatori cognitivi comunemente usati, svolgono un ruolo chiave nel migliorare e mantenere la memoria, l’intelligenza, aumentare la concentrazione e la capacità di attenzione.

PEA La fenletilammina può essere trovata in piccole quantità nel cervello paragonabili agli oppiacei presenti in natura. Può svolgere un ruolo chiave nell’insorgenza dell’emicrania e nel fenomeno dell’aggressività in alcuni individui.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *