Qual è la differenza tra tè verde e tè verde in polvere?

Tè verde e matcha non sono la stessa cosa

Il tè verde è uno degli infusi più apprezzati al mondo. Ma è vero che può essere consumato in diversi modi. In questo articolo troverai le differenze tra consumarlo in polvere e prenderlo normalmente.

Il tè verde non è solo una bevanda che aumenta la sua popolarità ogni giorno in base alle sue proprietà. È anche un alimento, un prodotto di uso quotidiano che può essere consumato in tanti modi, sempre più diversi e in diverse presentazioni. Oltre alla classica infusione che tutti bevono quotidianamente, esistono formati in polvere, presentati in polvere, che rendono il compito più facile a molte persone.

Il tè verde in polvere è comunemente noto come tè matcha e sta diventando sempre più popolare in tutto il mondo. Mentre a livello di proprietà non è così diverso dal tradizionale tè verde, è anche vero che presenta alcune differenze. Ma niente di meglio che leggere questo articolo per vedere quali sono quei punti che non hanno in comune, così come quelli che condividono.

Te matcha: perché non confonderlo con il tè verde?

Simili nelle proprietà: Sia il matcha che il tè verde che bevete ogni giorno sono praticamente gli stessi, poiché il polverizzato era ottenuto dalle stesse foglie. Le sue proprietà, quindi, sono praticamente le stesse: ricche di antiossidanti, buone per bruciare i grassi, e un’eccetera sempre più lunga. Forse, l’unica differenza che di solito fanno tra il comune tè verde e la polvere di matcha, è che quest’ultimo sarebbe più utile per problemi legati alla mente, alla memoria e alla concentrazione.

È un tè concentrato: Il livello di concentrazione del tè matcha è molto più alto di quello del tè verde, poiché viene polverizzato e, in un certo senso, è come una specie di estratto. Pertanto, è necessario utilizzare meno quantità per ottenere un effetto simile. È qualcosa come il caffè solubile, per stabilire un’analogia.

Si consuma l’intera foglia: quando si beve un tè verde, non si mangia la foglia. Quando prendi un matcha, in un certo senso, sì. È che è la polvere della foglia di tè, presentata in modo digeribile. In questo modo si incorpora anche la fibra che contiene la pianta, ideale per chi ha problemi di stitichezza, ad esempio.

Può essere utilizzato nelle ricette: il tè Matcha è perfetto in cucina, poiché può essere incorporato in qualsiasi preparazione liquida, cremosa e anche solida. È che, solo spruzzandolo, lo avrai nel tuo piatto.

Non è lo stesso per chi ama l’infuso tradizionale: forse un punto per niente attraente del tè matcha è che non è lo stesso consumato in infusione del tè verde. Ha un altro colore e, in una certa misura, anche un altro sapore.

Può contenere additivi: molte volte, la polvere di tè matcha ha additivi non del tutto salutari. Per questo motivo, è meglio cercarne uno biologico, quindi non solo ti assicuri che sia matcha al 100%, ma non contenga pesticidi e altre sostanze che cospirano contro la natura del tè.

Dove puoi comprare il tè matcha?

Oggi, in alcuni supermercati puoi arrivarci. Se hai un negozio di prodotti orientali vicino a casa, non esitare a chiedere, poiché tè matcha è molto popolare in quelle zone. Puoi anche provare erboristerie, farmacie con tendenze naturiste e negozi di prodotti biologici. Naturalmente, puoi anche acquistare il matcha online.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *