Strategie di lettura veloce: i 3 errori più grandi nel succhiare il tempo

Errore #1 – Leggere parola per parola – Questa prima inefficiente abitudine di lettura di solito viene dall’infanzia, quando il bambino segue attentamente il testo con il dito, parola dopo parola.

Devi sapere che durante la lettura, il movimento dell’occhio non è continuo e rettilineo lungo le righe del testo. È una falsa credenza. In realtà, l’occhio si muove lungo la riga del testo per salti successivi, perché l’occhio può vedere solo quando è immobile.

Pertanto, leggere parola per parola costringe l’occhio ad avere una grande quantità di punti di fissazione per riga, pari al numero di parole per riga. Ad esempio, se una riga contiene 16 parole, l’occhio si fermerà e fisserà ogni parola e farà 16 fissazioni.

Cosa fare invece – Crea il minor numero possibile di punti di fissaggio per riga di testo. In questo modo, invece di vedere solo una parola alla volta, ne vedrai diverse (ma ciò non dovrebbe influire sulla comprensione della lettura). Un lettore lento percepisce 1 o 2 parole per punto di fissazione, un lettore medio da 3 a 4 parole e un lettore veloce 5 e più.

Errore #2 – Vocalizzazione e sub-vocalizzazione – La vocalizzazione è un’altra abitudine che deriva dall’infanzia, quando i bambini imparano a leggere e pronunciare le parole ad alta voce.

Molti lettori hanno mantenuto questa cattiva abitudine, o l’hanno trasformata in sub-vocalizzazione (quando si pronunciano le parole mentalmente ma non più ad alta voce). Vocalizzazione e sub-vocalizzazione riducono costantemente la velocità di lettura perché pronunciare una parola è circa quattro volte più lunga della semplice lettura.

Cosa fare invece – Per sapere se sottovocalizzi, metti un foglio tra le labbra e leggi la seguente frase:

“Nella tradizione cristiana, c’è un birrificio rurale particolarmente applicabile sul bacino idrico di Marlboro”.

Se il foglio si è spostato, significa che stai sub-vocalizzazione. Quindi, correggi il prima possibile questa cattiva abitudine supervisionandoti mentre stai leggendo.

Errore #3 – Verifiche frequenti – Questa abitudine consiste nel saltare indietro il testo per rileggere una parola, un nome o una frase per verificare e assicurarsi di aver compreso correttamente.

Il motivo principale è l’ansia e la paura di fraintendere qualcosa. Spesso è dovuto a una mancanza di fiducia in se stessi (inconscio).

Indipendentemente dal motivo, si noti che le regressioni sono nel 90% dei casi inutili e sono uno dei principali ostacoli alla lettura veloce.

Cosa fare invece – Se sei in questo caso, il semplice fatto di esserne consapevoli potrebbe aiutarti a sopprimere questa cattiva abitudine. Quindi, riacquista fiducia in te stesso nella tua capacità di comprensione della lettura. Vedrai che capirai comunque tutto anche se non fai nessuna regressione. Naturalmente è normale fare qualche verifica quando il testo è di difficile comprensione, ma dovrebbe rimanere eccezionale.

Seguire questi semplici passaggi ti metterà sicuramente sulla buona strada per diventare un lettore veloce di successo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *