Tè – La seconda bevanda più consumata al mondo

Il tè è conosciuto da tutti, ma non tutti sanno quanto sano e anche gustoso possa essere un buon tè. Dopo l’acqua, il tè è la bevanda più consumata al mondo. Nel mondo asiatico l’acqua calda estrattiva è ancora più diffusa e importante che nel mondo occidentale.

Quello che la maggior parte degli occidentali non sa è che il tè originale è composto fondamentalmente dalla pianta della Camella Sinensis. Oggi la parola Tè è usata anche per estrazioni di altre piante, foglie, erbe, spezie e altre cose naturali. Quindi ci sono migliaia di diverse varianti e combinazioni di erbe, ma puoi trovare almeno 6 varietà maggiori del tè originale: tè verde, bianco, giallo, nero, pu-erh e oolong. Alcuni di questi possono sembrare strani per te, ma il tè oolong, ad esempio, è il tè servito principalmente nel ristorante cinese generale.

Come già detto, Tea ha tutta un’altra posizione nel mondo occidentale rispetto a quello asiatico. In Occidente, la maggior parte del tè arriva in bustine che metti nella tazza. Dopo aver aspettato un po’, getterai via la bustina di tè e il tè sarà pronto. Poiché questo tè può anche essere buono, non è paragonabile a un ottimo tè in stile asiatico fatto a mano. Questo tè non è fatto di bustine di tè. Hai una pentola con le erbe e le foglie e l’acqua arriva in una pentola esterna. Il primo o due tè delle stesse piante vengono generalmente buttati via, perché il tè migliora con più cicli di estrazione. A differenza del tè delle bustine di tè, assaggerai un vero aroma. Quindi non sorprende che le case da tè, i ristoranti solo per bere il tè siano ampiamente diffusi in Oriente.

C’è una leggenda popolare cinese sul leggendario imperatore della Cina, Shennong, che si diceva fosse anche l’inventore dell’agricoltura e della medicina cinese. Quando stava bevendo una ciotola di acqua calda intorno al 2737 aC, alcune foglie furono soffiate nella sua acqua. Dopodiché, l’acqua ha cambiato colore e ha incuriosito Shennong. Quando ha sorseggiato l’infuso è stato sorpreso dall’aroma e dal gusto.

Che ci sia una vera base di questa e altre leggende o meno, mostra che il tè è conosciuto in Asia almeno da molto tempo se lo si confronta con l’Europa ecc. Quindi si trova la prima registrazione di tè in una scrittura più occidentale nel testo di un viaggiatore arabo intorno all’anno 879, che riferì del commercio a Canton (Guangzhou), capitale della provincia cinese del Guangdong.

Da allora, ci sono stati molti viaggiatori che hanno menzionato il tè, ma sembrava che nessuno di loro avesse portato a casa dei campioni. Così ci volle fino all’inizio del 17° secolo, quando una nave della Compagnia Olandese delle Indie Orientali portò alcune foglie di tè verde ad Amsterdam. Più o meno nello stesso periodo, allo zar russo Michele I fu offerto del tè dalla Cina. Anche se ci è voluto del tempo, queste sono state le radici del tè che si sono diffuse in tutto il mondo.

Oggi ci sono molti tipi di tè, in particolare molte varietà di tè non provenienti dalla pianta del tè originale. Molto interessanti sono le varianti dei nativi sudamericani, poiché si sono sviluppate senza l’influenza del tè asiatico: ad esempio il tè Stevia, che è composto dalla pianta dolcissima di Stevia Rebaudiana.

Vedi, che ci sono così tanti tipi diversi di tè, sta a te provare qualcosa di nuovo…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *