Tecniche NLP – Pattern Interrupt o State Break

A volte le persone rimangono “bloccate” in un modello di comportamento che le porta a entrare in uno stato privo di risorse o diventano così associate a un particolare stato emotivo da non poterne uscire. In entrambe queste situazioni è importante che il professionista della PNL sia in grado di interrompere il flusso del cliente per portarlo in una posizione in cui può aver luogo il cambiamento.

Quando le persone rimangono intrappolate in un particolare insieme di comportamenti o hanno uno stato particolare in cui non possono uscire da qualcosa, è necessario che accada per farle uscire dal circuito che si sono create. Spesso, quando qualcuno è in uno stato emotivo privo di risorse, la risposta è chiedergli cosa c’è che non va o come si sente, il problema con questo approccio è che rafforza il modello e incoraggia la persona ad approfondire lo stato; il modo più rapido per aumentare uno stato è chiedere a qualcuno come ci è arrivato in modo che possa rivivere e rivivere il processo e quindi aumentare l’intensità dello stato.

Come suggerisce il nome, un Pattern Interrupt rompe la concentrazione e lo stato emotivo interrompendo l’attuale flusso di rappresentazione interna.

Semplici interruzioni di stato

Spesso i clienti si troveranno in uno stato particolarmente privo di risorse da cui dobbiamo farli uscire, oppure potremmo averli messi in uno stato che dobbiamo cancellare. Il modo più semplice ed efficace per rompere lo stato è porre domande, non sullo stato o sulla causa dello stato, ma domande non correlate, apparentemente casuali che li porteranno fuori dalla loro rappresentazione attuale e in qualcos’altro. Ad esempio, se un cliente è in uno stato privo di risorse ed è chiaro che sta usando rappresentazioni visive, porre una domanda non correlata ma visiva al sistema di rappresentanza (ad es. Di che colore sono gli occhi di tua madre?) costringerà il soggetto a distruggere l’immagine corrente (stato di interruzione) mentre cercano un’immagine sostitutiva.

È abbastanza facile creare una serie di domande Break State che possono essere utilizzate per interrompere il cliente e alterarne lo stato.

Pattern Interruzioni

Laddove le interruzioni di stato sono generalmente facili da realizzare in quanto sono progettate per tirare fuori un cliente da una singola posizione emotiva, le interruzioni del modello sono spesso più complesse in quanto devono far uscire il cliente da un modello comportamentale di vecchia data. A causa di questo Pattern Interrupts sono spesso molto più espressivi e casuali e devono eseguire diversi cambiamenti di stato e interruzioni di comportamento contemporaneamente.

Un’interruzione del modello può essere qualcosa di oltraggioso come una risata isterica e inappropriata, spruzzare acqua sul cliente, urlare o qualsiasi altra cosa che otterrà una risposta acuta, istantanea e intensa che è completamente sfasata con le emozioni e gli schemi del cliente. Poiché lo scopo è quello di far uscire il cliente dal suo stato attuale il più rapidamente possibile e di non dargli un modo semplice per tornare indietro, più grande ed estremo lo schema interrompe, meglio è.

Ripetere e risciacquare

Qualcosa che spesso si perde nella formazione del professionista è l’importanza dell’interruzione del modello e garantire che il cliente non torni al proprio modello o stato e il professionista deve imparare ad osservare attentamente il cliente e a ripetere l’interruzione ogni volta che il cliente inizia a ripetere Il modello. Se fatto bene e ripetuto in modo efficace, il cliente creerà un nuovo schema che sarà un’interruzione automatica del vecchio comportamento, se un professionista arriva a questo stadio non solo ha creato un potente interruzione del modello ma ha anche raggiunto metà del suo obiettivo permettendo al cliente di fermarsi prima di rientrare in stati emotivi privi di risorse e aprendo la possibilità di scegliere nuovi schemi.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *