Tre elementi essenziali della leadership

Il maestro Chan Fuchan Yuan ha scritto: “Ci sono tre elementi essenziali per la leadership: umiltà, chiarezza e coraggio”. Dopo più di tre decenni di consulenza e formazione di oltre mille leader di una varietà di organizzazioni di diverso tipo e dimensione, potrei probabilmente contare su una mano (e avere ancora alcune dita rimaste) il numero di leader organizzativi che ho incontrato che possiedono tutti tre di questi attributi.

1. L’umiltà quando si riferisce alla leadership è la capacità di porre un’organizzazione prima del proprio ego e di non richiedere costanti adulazione e congratulazioni. Troppi individui in posizioni di comando sembrano aver bisogno e desiderare quella pacca sulla mazza tipo “‘atta boy”. Inoltre, non si può mai essere un leader efficace se non si sviluppa in qualche modo una “pelle spessa” e non si viene facilmente insultati o “soppressi”. Come ho insegnato a innumerevoli leader e potenziali leader, può essere terribilmente solo “al vertice” e chiunque voglia veramente essere un leader efficace deve possedere o sviluppare “la pazienza di un santo”. La realtà della leadership è che ci saranno sempre alcune persone che non sono soddisfatte e vorranno criticarti e biasimarti, indipendentemente dai fatti. Un grande leader è un leader umile. Forse la definizione che credo sia più descrittiva dell’umiltà è quella su Wikipedia, che afferma che “l’umiltà è la qualità di essere modesti, riverenti, persino ossequiosamente sottomessi, e non essere mai arroganti, sprezzanti, maleducati o addirittura esaltanti”.

2. La chiarezza della leadership è una combinazione di avere una visione ed essere in grado di comunicare efficacemente quella visione agli altri. Tuttavia, in realtà è molto di più. Significa avere una vera fede nella propria visione, ed essere così entusiasti e chiari sulle sue intenzioni, da poter motivare gli altri a seguirti e ad adottare la tua visione come loro. Chiarezza significa anche che la visione deve essere accompagnata da un piano distinto e globale e da una causa ed effetto che mostri chiaramente agli altri perché si richiedono determinate azioni. Quando un leader ha chiarezza, evita il comune rischio di cattiva comunicazione o scarsa comunicazione, e quindi deve fare i compiti per assicurarsi che prima comprenda pienamente gli obiettivi che desidera raggiungere dalla sua visione, le ramificazioni dell’azione (e in alternativa il rischi di agire o di procrastinare) e la vera integrità per comunicare ripetutamente un messaggio coerente, onesto e di fiducia.

3. I leader efficaci sono leader coraggiosi. I veri leader devono avere il coraggio di osare per realizzare le cose che sono necessarie e di parlare per le sue convinzioni, senza aspettare prima che il “branco” parli. Ovviamente, questo significa che i veri leader non devono vacillare nelle loro convinzioni, o vacillare nel loro messaggio.

La parte difficile di questi tre elementi essenziali è che mentre molti altri bisogni di un leader possono essere acquisiti attraverso la formazione, l’esperienza, l’istruzione, ecc., questi sono tratti caratteriali e devono essere una parte genuina della personalità di un leader.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *