Troppo pigro per leggere velocemente? Metti a riposo questi 4 miti di lettura alla vecchia velocità

Mito di lettura veloce n. 1 – La lettura veloce rende la memorizzazione meno efficace.

Qual è la realtà: Tutti i test eseguiti con lettori veloci dimostrano chiaramente che la memorizzazione è migliore rispetto a lettori lenti. Uno dei motivi è che per riuscire a leggere un testo velocemente, i lettori veloci devono avere una concentrazione maggiore rispetto ai lettori lenti. Inoltre, i lettori veloci hanno più fiducia in se stessi nelle proprie capacità, il che rafforza ancora di più il processo di memorizzazione.

Mito di lettura veloce n. 2 – Non possiamo goderci ciò che leggiamo velocemente.

Qual è la realtà: Possiamo paragonare lettori lenti a osservatori che stanno troppo vicino a un monumento come la Statua della Libertà. Essendo troppo vicini, non sono in grado di ottenere il significato che l’artista voleva dare perché leggono parola per parola e quindi vedono solo una piccola parte della statua e non nel suo insieme.

Al contrario, i lettori veloci sono abbastanza lontani da avere una panoramica generale dell’intera Statua e possono apprezzare completamente il lavoro dell’artista.

Mito di lettura veloce n. 3 – La lettura veloce aumenta l’affaticamento degli occhi.

Qual è la realtà: Il principio della lettura veloce fa sì che i lettori veloci abbiano meno sforzi muscolari da fare perché fissano meno occhi per riga di testo rispetto ai lettori lenti.

Infatti quando si legge, il movimento degli occhi lungo le righe del testo non è rettilineo ma piuttosto in una sequenza di salti successivi. Alla fine di ogni salto, l’occhio fissa il testo e invia questa immagine al cervello. Pertanto, un lettore molto lento eseguirà una fissazione per parola mentre un lettore veloce farà una fissazione ogni cinque o sei parole.

Immaginate ad esempio una pagina composta da 30 righe, 12 parole per riga, per un totale di 360 parole. Un lettore lento che legge parola per parola deve fare 360 ​​fissazioni (una per parola), il che significa 360 movimenti oculari. Un lettore che legge 5 volte più velocemente eseguirà solo 72 fissazioni, il che significa 5 volte meno movimenti oculari rispetto al lettore lento.

Mito di lettura veloce n. 4 – Le persone dovrebbero leggere sempre alla stessa velocità.

Qual è la realtà: Non c’è assolutamente nessuna regola e nessuna ragione per questo. L’unica regola è che dovresti essere in grado di leggere rapidamente un massimo di informazioni ogni volta che ne hai bisogno. Per il resto, ognuno è assolutamente libero di leggere alla velocità che preferisce.

Ora che sai che questi miti sulla lettura veloce sono solo miti e non la realtà, puoi star certo che imparare a leggere velocemente è al giorno d’oggi uno dei migliori investimenti su te stesso che puoi fare poiché le informazioni ora sono i nuovi soldi. Più informazioni hai, più ricco diventi. Quindi, non aspettare di diventare ricco e inizia subito a imparare a leggere velocemente.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *