Urge to Purge… È primavera!

Il clima caldo ti porta una nuova energia sentita per “lasciare andare”, riordinare, pulire, riorganizzare e rivisitare l’allestimento dei tuoi spazi dentro e fuori? Certamente lo fa per me, e lo vedo anche nei miei clienti. Sembra che tutti noi ci godiamo il cambio di stagione con giornate più lunghe e luminose viste sia con i nostri occhi che sentite nei nostri cuori.

Ho pensato di elencare i miei strumenti preferiti “Urge to Purge” per quando organizzo una casa o un ufficio a casa. Aprile è un mese naturale per “potare” i nostri beni, la carta e il tempo. Ecco gli oggetti che ho a disposizione come organizzatore, moglie, madre o amica, quando aiuto le persone a modificare i propri effetti personali e le informazioni…

“Roba” di potatura

  1. Sacchetti della spazzatura) – Mi piace usare sacchi neri pesanti per la spazzatura. Chiedo sempre se c’è una giornata di spazzatura nella città di qualcuno di cui approfittare e, in caso contrario, conosco sempre il numero di telefono di una società di rimozione di spazzatura verde quando ci saranno molti rifiuti che la comunità di una persona potrebbe non raccogliere.
  2. Scatole per il riciclaggio o sacchi marroni – Conoscere il programma/le politiche di riciclaggio della città è un aiuto e persino essere in grado di guidare fino al centro di riciclaggio della città dopo lo spurgo in modo da far uscire immediatamente i non custodi dagli spazi appena riorganizzati.
  3. Sacchetti o scatole per le donazioni – Mi piace usare fodere da cucina bianche e/o piccole scatole per le donazioni. Si può facilmente scrivere il nome dell’ente di beneficenza all’esterno di una fodera di plastica bianca o di una scatola con un pennarello nero. Pianifica un ritiro o una riconsegna intorno alle tue date di “avventura primaverile”.
  4. Vendi borse o scatole o semplicemente scrivi una lista – Una delle categorie più difficili che trovo da seguire nel decluttering di una casa è quando un cliente vuole vendere qualcosa. In questo momento, direi che le piattaforme di social media come Facebook Marketplace sono un ottimo modo per vendere singoli oggetti che non desideri più ma che potresti ottenere un paio di dollari per loro.
  5. Scatola “Belongs Elsewhere” o anche un’area sul pavimento – Quando scavi nel tuo “impulso di eliminare”, ci saranno sempre oggetti che decidi di tenere ma che appartengono a un’altra parte della casa, non allo spazio in cui si sta attualmente riordinando. Ti consiglio di mettere via tutte le cose dopo aver finito di organizzare. Non fermarti mentre stai riordinando per riporre gli oggetti perché potresti semplicemente fare quella che io chiamo “organizzazione a zig-zag”…

Potatura “Carte e informazioni”

  1. Scatole per il riciclaggio o sacchi marroni – Proprio come l’impulso di eliminare le nostre cose sopra, conoscere il programma/le politiche di riciclaggio della città è un aiuto e anche essere in grado di guidare fino al centro di riciclaggio della città dopo lo spurgo in modo da toglierlo subito dagli spazi è vantaggioso .
  2. Scatole di triturazione – Se ci saranno mucchi di fogli con informazioni di identificazione su di esso che devono essere spediti, ti consiglio di distruggerli. Si può farlo con un distruggidocumenti resistente, portare la triturazione in un’opportunità di triturazione in tutta la città, un negozio di forniture per ufficio che utilizza questo servizio o a volte faccio venire a casa un camion di triturazione.
  3. Scanner – Scansionando i tuoi documenti su documentazione digitale ti aiuterà a diventare senza carta. Mi piace impostare la mia gerarchia di file in anticipo, quindi una volta scansionato qualcosa, so esattamente dove inviarlo.
  4. Specifico per e-mail – Utilizzo delle opzioni: elimina chiave, pulsante di annullamento dell’iscrizione, blocca questo mittente o contrassegna come spam, sono tutti ottimi modi per far scomparire le informazioni.
  5. Delegare – Se puoi delegare il follow-up delle informazioni e della carta a un altro come un assistente virtuale o un familiare, lo considero anche uno strumento di potatura.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *