Vivere in una società usa e getta – Una dipendenza da spazzatura

Viviamo in un mondo in cui la produzione di massa di articoli per la casa di tutti i giorni sta lasciando la nostra terra piena di spazzatura rotta. I prodotti stanno perdendo qualità in modo che siano disponibili a buon mercato. Questo sta creando una società usa e getta, un mondo pieno di oggetti indesiderati.

C’era molto tempo fa, le famiglie acquistavano gli oggetti essenziali per la casa con l’obiettivo di mantenerli per tutta la vita. Anche come cimelio di famiglia da tramandare ai futuri membri della famiglia. Le cose sono state prodotte con cura e con la qualità in mente. In altre parole, sono stati costruiti per durare. Gli stili di vita minimalisti erano la norma.

Oggi, affinché i conglomerati si arricchiscano, l’uso entro i termini di molti dei nostri prodotti quotidiani viene deliberatamente imposto per costringerci a comprare la stessa cosa ancora e ancora. È un paradosso. Una contraddizione. Da un lato ci preoccupiamo per l’inquinamento e una crescente preoccupazione per la nostra futura terra, ma riempiamo le nostre case con più gadget, (alcuni assolutamente inutili), di quanti ne avremo mai bisogno. Acquistiamo utensili economici, gadget da cucina, oggetti personali che hanno una vita molto breve. Ciò è dovuto alla scarsa qualità dei materiali utilizzati nella produzione. L’industria ha appreso che è più probabile che le persone acquistino un cacciavite di fattura scadente da due dollari, piuttosto che un cacciavite Sidchrome da dieci dollari che durerà per decenni.

Prenditi un momento e apri un cassetto della cucina. Quanti apriscatole possiedi? Quanti pela verdure? Pinza? Devo dire di più? Siamo tutti colpevoli di questa afflizione. Siamo invogliati ad acquistare i prodotti di cui pensiamo di aver bisogno, li usiamo una o due volte, poi si accovacciano in fondo a un cassetto per chissà quanto tempo.

Vuoi che i nostri figli e nipoti ereditino un pianeta migliore? Allora non riempirlo di spazzatura. La prossima volta che fai acquisti online o visiti un centro commerciale, pensa attentamente. Compra bene. Chiedilo a te stesso:

• Ne ho davvero bisogno?

• È di una qualità che durerà?

L’up-selling sembra essere un’altra norma commerciale. Il vecchio trucco “Compra 2, ricevi 1 gratis”. Chi ha davvero bisogno di una confezione di tre pelapatate? Te ne serve solo uno buono.

I negozi da due dollari stanno fiorendo e Internet è pieno di siti Web di I-commerce con pagine e pagine di ornamenti pittoreschi, che cercano di vendere una pletora di merci a basso prezzo. Ci convinciamo facilmente. Siamo pieni di offerte da ogni dove e su base giornaliera. I mass media, il World Wide Web e sui nostri telefoni. Pochissimi siti Web sono privi di pubblicità. Ci sono un numero schiacciante di link allettanti, che ci spingono ad acquistare. Il risultato finale: case piene di gadget rotti.

Prima che questo post si perda troppo in se stesso, voglio chiarire il suo punto. Acquista qualità. Spendi uno o due dollari in più e compra cose che dureranno. Non hai bisogno di una casa o di un garage pieno di attrezzi rotti e attrezzi domestici. Hai solo bisogno di un buon rastrello, una buona pala, coltelli e utensili da cucina di qualità e mobili ben fatti e destinati a durare.

Usare la scusa che la qualità costa denaro, è uno scarso appello alla giustificazione. Come mai? Perché sostituirai più e più volte la qualità a buon mercato, alla fine avrai comunque speso altrettanto per la spazzatura. Sborsare uno o due dollari in più, comprarlo una volta e non ingombrare la tua vita con cazzate.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *